In Basilicata, previsti aumenti per le tariffe dell’acqua

“In merito al previsto aumento delle tariffe dell’acqua – ha commentato Marina Festa, Segretaria Provinciale dell’Adiconsum di Matera – occorre ricordare che queste sono aumentate dal 2003 al 2010 del 32 per cento e corrispondentemente il potere di acquisto delle famiglie, dei lavoratori e dei pensionati, è più che dimezzato”. “Da un nostro monitoraggio – ha continuato Marina Festa – emerge che una famiglia tipo composta di tre persone ha speso, in Basilicata,  per 160 mc di acqua consumati nel 2003 euro 164,00  e  nel 2010 euro 216,00. La nostra Regione si pone, così, fra quelle ove il costo dell’acqua è più alto. Tali dati che vengono confermati da una ricerca del 2009 portata fatta dall’Indis, Istituto dell’Unioncamere, dalla quale risulta  che una famiglia tipo di tre persone spende, per 160 mc di acqua consumati, a Potenza quasi tre volte in più rispetto a quanto paga una analoga famiglia a Milano (€uro 212,10 a Potenza e €uro 81,30 a Milano)”.“Adiconsum è convinta – ha concluso Marina Festa – che solo evitando gli sprechi, riducendo le perdite di milioni di metri cubi di acqua lungo le condutture e intervenendo sui numerosi allacci abusivi lungo la rete  è possibile recuperare le risorse senza gravare sulle famiglie, già fortemente penalizzate da una crisi finanziaria e occupazionale che ha falcidiato le pensioni e gli stupendi dei lavoratori e dei pensionati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *