Nel 2018, forte aumento della spesa enogastronomica da parte di turisti stranieri

LItalia è in ‘eatparade’: se il cibo potesse essere declinato come hit sonore, farebbe della Penisola sempre la prima in classifica. Per l’enogastronomia i turisti stranieri hanno speso nel Belpaese circa il 36% in più nel 2018 sul 2017: il più alto tasso di crescita rispetto alle altre tipologie di vacanza. Ben 117 euro al giorno la spesa internazionale pro-capite prodotta per la vacanza enogastronomica in Italia. Sono inglesi (con quasi 58 milioni di euro spesi), francesi (36,2 milioni di euro spesi), tedeschi (34,7 milioni di euro) e americani (33,3 milioni di euro) a prediligere il buon cibo italiano. Nella top ten dei mercati anche Svizzera, Austria, Spagna, Paesi Bassi, Belgio e Norvegia. E’ in estate che l’Italia ha dimostrato di crescere ancora di più nel settore, l’enogastronomia ha indirizzato le vendite del brand Italia con un appeal del +10%. Sono Repubblica Ceca, Germania e Spagna i mercati di domanda maggiormente in crescita dall’Europa (+10%), Giappone e Brasile quelli oltreoceano con picchi del +40% per il primo e del +20% per il secondo rispetto alle vendite del periodo estivo 2018.

Fonte: Adnkronos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *