Inaugurazione dell’allungamento della pista dell’aeroporto di Bari-Palese, la nota di Fitto e Ventola

“La cerimonia odierna di inaugurazione dell’allungamento della pista dell’aeroporto di Bari altro non è se non un’imbarazzante e disperata messa in scena elettorale”. E’ il commento di Raffaele Fitto, co-presidente del gruppo europeo ECR-FRATELLI DI’ITALIA.
“L’opera è stata finanziata nel lontano 2011 con delibera Cipe n. 62 (che allego), della quale peraltro come ministro ero proponente, con 81 milioni di euro per il sistema aereoportuale pugliese dei quali 15 per l’allungamento della pista di Bari. Nel frattempo, incredibilmente, l’8 marzo 2018, veniva inviata una nota ufficiale di Aeroporti di Puglia (che allego) che così recitava: “Promessa mantenuta. Domattina alle 6.00, come da impegni assunti… E’ stata così completata la parte più invasiva dei lavori che consentiranno alla pista del Karol Wojtyla di presentarsi nella sua configurazione massima di 3.000 metri, sia in decollo sia in atterraggio, e con più elevati standard di sicurezza e di efficienza operativa. – ha detto Fitto – Tutta la vicenda se non fosse tragica sarebbe comica! La verità è che tutti gli interventi ai quali fa riferimento Emiliano (Bari, Foggia etc) derivano dalla delibera Cipe del 2011 ed è veramente incredibile che la maggior parte di essi siano ancora, dopo 9 anni, con ritardi inspiegabili in corso di realizzazione e non già completati. Non esiste purtroppo una infrastruttura degna di nota realizzata da questo governo regionale. Resta incomprensibile a tal proposito, che in questa sceneggiata si sia fatta coinvolgere anche la ministra alle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli, alla quale sicuramente non sarà stata raccontata la verità: stava partecipando a un’inaugurazione farlocca”.
Sul tema è intervenuto anche Francesco Ventola, vice coordinatore e consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Francesco Ventola, che ha replicato al vicepresidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Vasile.
“La conferma che l’inaugurazione dell’allungamento della pista dell’aeroporto di Bari è una messa in scena elettorale è data proprio da chi risponde alle osservazioni dell’on. Raffaele Fitto. A farlo non è, infatti, il presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, ma Antonio Vasile, vicepresidente di una società aeroportuale non certo per meriti e curriculum degni di una ‘nomina tecnica’, ma perché fedelissimo del presidente della Regione, Michele Emiliano. E quindi responsabile, insieme agli altri fedelissimi sparsi fra staff e agenzie regionali, del comitato elettorale permanente del governatore. – dice Ventola – Ed entriamo nel merito per ribadire le affermazioni di Raffaele Fitto: l’intervento è stato finanziato nel 2011 con la delibera Cipe n. 62, inserito nell’accordo di programma 2013 e successivamente spostato nel 2015 nel Piano di azione e coesione! Altro che informazioni ‘fuovianti’!
“Ancora, Vasile sostiene: ‘non basta programmare la spesa ma bisogna, soprattutto, saper realizzare concretamente le opere e spendere le risorse…’, come non dargli ragione! Facendogli però notare: il centrodestra ha governato la Puglia fino al 2005 e l’Italia fino al 2011. Quindi chi doveva realizzare concretamente? Il centrosinistra! Che è sempre in ritardo su tutto, le infrastrutture non fanno eccezione.
“Infine: Vasile non risponde alla domanda delle domande. Il comunicato di Aeroporti di Puglia dell’8 marzo 2018 è una fotocopia di quello inviato ieri 3 febbraio 2019: i 3000 metri realizzati sono o non sono gli stessi?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *