Intervento della Fials/Confsal di Potenza: “Mancato pagamento delle indennità accessorie nella mensilità di Luglio, ai lavoratori dell’ASP di Potenza”

La Segreteria  Provinciale della Fials/Confsal, interviene sulla questione legata al “mancato pagamento delle indennità accessorie nella mensilità di Luglio,  ai  lavoratori dell’ASP di Potenza (Ospedale di Villa D’agri e 118) di competenza dell’ufficio Personale di  Villa D’Agri”.

“È incomprensibile  che il  personale si veda privato delle indennità accessorie,  – ha contestato Costanzo in una nota inviata al Direttore Generale dell’ASP di Potenza- nonostante, già il pagamento delle indennità presso l’ASP di Potenza sono posticipate di un mese,  per  consentire agli operatori degli  uffici preposti maggiore agibilità ad inserire i dati nella mensilità successiva.

Le altre Aziende, vedi il  San Carlo, corrispondono, puntualmente,  il dovuto nel mese successivo senza grossi affanni, grazie anche all’informatizzazione parziale della procedura.

Necessita un  urgente intervento per fare chiarezza  – ha aggiunto Costanzo-sulla gestione dell’ufficio personale perché è decisamente intollerabile che al personale venga  chiesto di effettuare straordinari e sacrifici con turni aggiuntivi e la corresponsione delle indennità accessorie e dello straordinario slitta di mese in mese senza alcuna valida motivazione. Per giunta, nel mese di luglio ci sono lavoratori che hanno dovuto pagare già  il primo acconto Irpef del 730,  subendo così ulteriori danni economici.

La Fials/Confsal, si rivolge alla Direzione Generale perché l’ASP di Potenza provveda e disponga l’immediata corresponsione di quanto dovuto al personale che ne ha maturato il diritto, oltre ad  una riorganizzazione degli uffici preposti.

Ufficio Stampa

Fials /Confsal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *