Investiti 4 milioni sulle borse di studio in Puglia

Quello che abbiamo denunciato in questi anni di mobilitazione ha assunto un carattere drammatico questo autunno quando, dopo ritardi e ansie, abbiamo appreso la percentuale della copertura delle borse di studio in Puglia. Sono soltanto il 43,36% i beneficiari su circa 13800 studenti idonei. Su 5704 matricole la copertura media è solo del 26%. Questo scenario ci consegna inoltre una notevole sperequazione tra la coperture nelle diverse province oltre che per l’anno di iscrizione alle Università pugliesi. I picchi del 100% a Taranto e il 99,80% a Foggia per gli studenti iscritti ad anni successivi si scontrano con la sola copertura del 39,77% per gli anni successivi di Bari e del 55,60% sul totale. Ma questi picchi non possiamo fare a meno di notare che siano anche il risultato dell’aumento della tassa regionale.

I dati sono drammatici per tre fattori che si combinano tra loro. La significativa riduzione dei finanziamenti statali, attuata dal passato Governo, più il grado di incertezza per la mancanza di un investimento strutturale a livello nazionale. L’impoverimento complessivo delle famiglie e la conseguente crescita delle domande di borsa di studio. Il costante, ma non sufficiente, volume di investimenti da parte della Regione.

“Dopo la contestazione aperta al Governo Monti e al ministro Profumo nella primavera di quest’anno per l’aumento della tassa regionale a 140€ – dichiara Antonio Zita, responsabile al DSU per LINK – abbiamo aperto una vertenza nei confronti della Regione, volendo rispondere ai diritti e opporsi al processo di tagli e privatizzazioni”.

Apprendiamo oggi che il confronto tenutosi il 12 Ottobre, a seguito della manifestazione degli studenti, ha portato all’investimento di 4 milioni di euro dal Fondo Sociale Europeo approvato nella Giunta Regionale di Lunedì 4 Dicembre.

Riteniamo che questo sia un risultato importante. Un passo forte di controtendenza alle politiche neoliberiste attuate dall’attuale Governo e dai passati. A questo elemento aggiungiamo la consapevolezza che questi fondi non bastino per la copertura totale, continueremo così a lavorare per dare una risposta a tutti gli studenti. Fin tanto che ci sarà uno studente idoneo non beneficiario, lo saremo tutti.

Link Bari, Link Lecce, Link Foggia, Link Taranto

Rete della Conoscenza Puglia, Unione degli Studenti Puglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *