L’ ARPAB potenzia i piani di controllo e vigilanza in occasione dell’entrata in esercizio della 5^ linea del Centro COVA di Viggiano

Da oggi sono iniziate da parte di ENI le attività per la messa in esercizio della 5^ linea del Centro Cova di Viggiano. Per monitorare ulteriormente l’ambiente della Val d’Agri, l’ARPAB ha potenziato i controlli agenziali oltre che con sopralluoghi costanti anche con le seguenti attività:
– dall’8 settembre scorso è operativo il mezzo mobile per il monitoraggio dell’aria nella zona industriale di Viggiano;
– da lunedì 14 settembre il personale dell’Ufficio Aria è impegnato in missione nel Centro Olio tutti i giorni lavorativi;
– Nei giorni festivi è garantita la sorveglianza attraverso il servizio di pronta disponibilità dipartimentale mentre il personale dell’U.O. Reti di monitoraggio assicurerà il controllo, in tempo reale, dei dati acquisiti dalla rete delle centraline già operative in Val d’Agri per il monitoraggio dell’aria.
– ll personale dell’Ufficio Inquinamento Elettromagnetico ed Acustico sarà impegnato nel controllo del monitoraggio del rumore sia attraverso la rete fissa delle centraline di monitoraggio del rumore che attraverso sopralluoghi presso il COVA.
Il personale agenziale è altresì impegnato a valutare anche ulteriori attività di vigilanza e controllo laddove necessarie. L’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente di Basilicata assicurerà, infine, la divulgazione degli esiti delle diverse attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *