La fiera “Fa’ la cosa Giusta!” premia le bontà agroalimentari di Basilicata e Puglia

12527800_10208595864155247_1242841991_n 12421718_10208595864235249_1045475955_n 12443260_10208595864795263_1550787381_n 12421541_10208595865395278_1446207883_n 12884641_10208595865995293_500804242_n

A Milano, si è conclusa domenica, con un bilancio soddisfacente e grande interesse per le eccellenze agroalimentari di Basilicata e Puglia, la mostra “Fa’ la cosa giusta!”, la prima e la più grande fiera nazionale del consumo critico e stili di vita sostenibili. Nata nel 2004 da un progetto della casa editrice Terre di mezzo ha la finalità di far conoscere e diffondere sul territorio nazionale le “buone pratiche” di consumo e produzione e di valorizzare le specificità e le eccellenze, in rete e in sinergia con il tessuto istituzionale, associativo e imprenditoriale locale. Gli stand dell’enogastronomia lucana e pugliese hanno attratto numerosi visitatori che hanno apprezzato le gustose e inimitabili bontà agroalimentari presentate dalle aziende. Alla manifestazione hanno partecipato alcuni esponenti dell’Associazione Basilicata Today che hanno presentato e distribuito al numeroso pubblico presente migliaia di cartine turistiche di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 in lingua italiana e inglese, unitamente alle guide dei Castelli di Basilicata.

Le aziende che hanno partecipato a questo importante evento sono le seguenti:

Filiere Lucane (Pasta Senatore Cappelli) di Irsina (MT), Dal Grano alla Pasta di Matera, I Murgiani – Prodotti tipici Pugliesi (Giampetruzzi Vini) di Santeramo in Colle (BA), Idea Benessere (Prodotti tipici del Salento al 100% vegetali) di Castromediano Cavallino (LE), Life Break Festival di Torre a Mare (BA) e Noicattaro (BA), ApuliaKundi (Spirulina, cibo degli Dei) di Bari, Chari di Bari, Quelli della Bombetta (Associazione Culturale) di Alberobello (BA), Azienda Agricola Molino a Vento di Biccari (FG), Azienda Agricola di Liliana Iacoviello (Masseria Bosco delle Rose) di Lavello (PZ), Agriturismo Le Fontanelle e Agriturismo Salos di Otranto (LE).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *