La nuova Coserplast Openet raccontata dal palleggiatore materano Lapacciana

uccioLa squadra sta continuando senza intoppi il programma di avvicinamento al campionato e domenica prossima sarà impegnata a Molfetta per l’ultima amichevole di pre-campionato in programma. In palestra aumentala brillantezza degli atleti e di il coach Mastrangelo ha particolarmente gradito l’allenamento di ieri sera. Il palleggiatore Uccio Lapacciana ci racconta di sè e della squadra. Classe 1979, a malincuore il dr. Lapacciana si riconosce nel gruppo dei giocatori “esperti”.Uccio si è laureato in Politiche Sociali presso l’università di Bari, ha ottenuto la specializzazione presso l’Università di Pescara ed attualmente è impegnato a Teramo per un dottorato di ricerca.

“Sono felice di questa opportunità di giocare per la squadra della mia città dopo quasi un ventennio in giro per mezza Italia. Negli ultimi anni ho visto crescere la mia città sotto il profilo sportivo, ma una serie di circostanze hanno impedito che approdassi prima nella Pallavolo Matera, non ultimi gli impegni di studio”.

Le tue valutazioni sull’ambiente e sulla squadra.

” Il gruppo mi sembra ben costruito per quanto riguarda le dinamiche di squadra, una bella composizione tra esperienza e freschezza, forza fisica e tecnica, che sono importanti per affrontare un campionato così impegnativo. Lo spogliatoio è unito, sereno e motivato, e questo consente di lavorare bene dal punto di vista quantitativo e qualitativo. Speriamo che tutto ciò si traduca in risultati positivi al più presto. Del resto conoscevo già i tecnici ed il preparatore, perchè ho iniziato con loro ed in passato sono stati protagonisti della mia crescita sportiva, ed avere un’impostazione comune sta favorendo il mio inserimento”.

Dove pensi possa arrivare la Coserplast Openet quest’anno?

“Ho imparato nel tempo che al di là delle percezioni, ci sono troppe variabili per cui è difficile pronosticare il rendimento in una stagione. Siamo però equilibrati per età, fisicità e tecnica ed i due stranieri (Krolis e Luis Fernando), oltre ad essere veramente forti, si sono rivelati delle belle persone e saranno un riferimento importante per tutti nel campionato”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *