La poesia di Rocco Scotellaro nel dibattito della Oxford University

Il “Contemporary Italian Poetry Reading Group” del Queen’s College di Oxford, coordinato da Adele Bardazzi, del Queen’s College, da Roberto Binetti, del St Anne’s College e da Olmo Calzolari, del Keble College, ha proposto il suo primo incontro online lanciando, sulla piattaforma Zoom, la poesia di Rocco Scotellaro. L’incontro, interamente in inglese, a cui hanno partecipato, tra gli altri, l’assessore alla Cultura del Comune di Tricarico Rossana Paciello, il consigliere comunale con delega al Centro di documentazione “Rocco Scotellaro e la Basilicata del secondo dopoguerra” Rosaria Lotito e la traduttrice inglese di Scotellaro Caroline Maldonado, è stato presentato da Roberta Berardi, del Christ Church College, che ha tenuto una lezione su “Rocco Scotellaro’s poetry. Between popular and classical tradition” (La poesia di Rocco Scotellaro. Tra tradizione popolare e classica). Nel suo intervento, la professoressa Berardi ha sottolineato come Rocco Scotellaro sia stato scelto per la sua capacità di dare una voce poetica distinta e limpida alla sua terra. Scotellaro si inserisce perfettamente in un discorso sulla tradizione, poiché la sua poesia unisce armoniosamente le tradizioni popolari lucane e del Sud in generale con la tradizione dei Classici, la cui cultura ha contribuito in modo sostanziale alla formazione intellettuale del poeta. È seguita la lettura, in italiano, di diverse poesie di Rocco Scotellaro con l’analisi linguistica, messa spesso in relazione con la lingua inglese. Il “Reading Group” oxoniense propone la lettura e la discussione di poeti moderni e contemporanei italiani di varia ispirazione, favorendo la riflessione in lingua inglese sulla relazione tra scrittura contemporanea e tradizione letteraria. I prossimi incontri del “Reading Group” si terranno, sempre sulla piattaforma Zoom e alle 18.30 italiane, il 27 maggio e il 10 giugno, concentrandosi, rispettivamente, sulla poesia di Gian Maria Annovi e di Franco Scataglini. Per partecipare alla conversazione, bisogna seguire i dati di accesso sulla pagina Facebook del “Reading Group”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *