La Provincia di Matera interviene sulla questione della Pista Mattei

È lunga e si aggrava di ora in ora la lista delle spoliazioni perpetrate a danno del territorio. “Sarebbe davvero l’ennesima ingiustizia, in odore di beffa, – hanno evidenziato il presidente della Provincia di Matera e l’assessore alle Attività produttive, Angelo Garbellano – se nei prossimi giorni il Consiglio dei Ministri dovesse approvare il Piano aeroporti, già predisposto dal ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera, che lascia a terra lo Scalo Mattei di Pisticci. Una decisione che completerebbe il quadro di smantellamento dei presidi istituzionali, con relativo depauperamento delle potenzialità di sviluppo economico, che con il trascorrere dei giorni diventa sempre più chiaro. Un fallimento completo, a questo saremo condannati, senza azioni capaci di effettuare il correttivo a quella che a ragione possiamo definire una vera e propria manovra di affossamento.”

Stella non risparmia critiche a un’azione dei governo concentrata su quei tagli lineari che sbarrano le porte alla crescita: “come provincia non ci stiamo, accettare questa cecità politica e amministrativa significherebbe rendersi co-protagonisti di una resa incondizionata alla involuzione. Davvero impensabile per chi è già alle prese con la difesa di un presidio che garantisce, per ruolo e competenze, l’autonomia del territorio. E mentre siamo alle prese con il ricorso al Tar del Lazio, su cui ci stiamo concentrando in queste ore, arriva quest’altra grande preoccupazione. Milioni di euro già spesi, investiti in quella che sarebbe dovuta diventare una infrastruttura strategica per l’intera regione e che oggi rischia di diventare un altro esempio di sperpero di denaro pubblico.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *