La Puglia in testa alla classifica regionale degli illeciti

Il giro di affari delle ecomafie non si ferma. Nel 2014 è cresciuto ulteriormente, raggiungendo i 22 miliardi di euro, con un incremento di 7 mld rispetto all’anno precedente. I reati accertati sono stati 29.293, cioè 80 al giorno, con un aumento delle infrazioni nel settore dei rifiuti (più 26%) e del cemento (più 4,3%). Questa la fotografia sull’illegalità ambientale scattata dal nuovo rapporto Ecomafia di Legambiente. La Puglia è in testa alla classifica regionale degli illeciti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *