La Squadra Mobile di Matera denuncia Antonella Fontana per procurato allarme

questura materaAntonella Fontana perquisita e denunciata per procurato allarme dalla Squadra Mobile della Questura di Matera. La sorella di Anna Rosa, la donna uccisa dall’ex convivente Paolo Chieco il 7 dicembre 2010 presso l’abitazione della donna in via Lucana 333, negli ultimi mesi aveva dichiarato alla Polizia e agli organi di stampa di essere stata ripetutamente minacciata da persone rimaste, però, nell’anonimato. La Polizia Giudiziaria, così, ha avviato le indagini, ma dalla visione di alcuni video ha constatato che le minacce erano pura invenzione da parte della donna.

L’abitazione di Antonella Fontana è stata perquisita, e successivamente, la donna è stata denunciata per procurato allarme. I particolari sono stati illustrati in mattinata nel corso di una conferenza stampa promossa presso la Questura di Matera. Antonella Fontana, lo scorso, 30 ottobre, era ospite del programma ‘Matrix’, in onda su Canale5, nel corso della puntata sul tema ‘Uomini che uccidono le donne’. In quella occasione Antonella, oltre a raccontare i particolari dell’omicidio di sua sorella, aveva partecipato al dibattito sulla nuova legge ‘anti-stalking’ approvata dal Governo. Inoltre, due anni fa la donna ha costituito l’associazione ‘Amatas onlus’ per ricordare Anna Rosa, con l’obiettivo di aiutare altre donne vittime di violenze, e che evitano per paura di denunciare il proprio carnefice. Durante la trasmissione, Antonella aveva confermato che per due mesi era bersagliata da lettere contenenti minacce di morte. Ma, come detto, l’operazione di Polizia giudiziaria ha accertato che le minacce erano il frutto solamente della sua fantasia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *