La vita e l’opera del pittore lucano Michele Tedesco varcano i confini nazionali

Tedesco2 Michele TedescoSi terrà il prossimo 20 settembre a Würzburg, in Germania, la conferenza “Michele Tedesco e Julia Hoffmann. Una coppia di artisti europei (1873-1917)”.

L’evento culturale si propone di fare luce su una importante vicenda umana ed artistica che ha avuto come protagonisti, a cavallo fra il XIX e il XX secolo, Julia Hoffmann (Würzburg 1843 – Monaco 1936) e Michele Tedesco (Moliterno 1834 – Napoli 1917).

L’iniziativa è parte integrante del progetto “Michele Tedesco. Un pittore lucano nell’Italia Unita”, posto sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, che ha promosso la mostra omonima che si è tenuta presso la Pinacoteca Provinciale di Potenza dal 18 febbraio al 13 maggio 2012 richiamando oltre 4.000 visitatori da tutta Italia.

La mostra è stata accompagnata da una rilevante produzione editoriale (il catalogo, la graphic novel, la guida didattica e la preziosa pubblicazione dei Taccuini inediti del pittore) e da numerosi momenti di approfondimento tenuti a Potenza, Moliterno, Spinoso, Matera e Roma.

Un progetto di ampio respiro, dunque, che ora approda nella città della Baviera che ha dato i natali a Julia Hoffmann. La conferenza sarà organizzata dal Centro Annali “Nino Calice” in collaborazione con la Società Dante Alighieri di Würzburg.

Il tema oggetto dell’approfondimento è di straordinaria attualità perché pone al centro dell’attenzione il sodalizio fra due pittori nati e formatisi in due paesi diversi d’Europa, l’Italia e la Germania, che si incontrano a Firenze, si uniscono in matrimonio e da qui danno vita ad una rilevantissima esperienza umana ed artistica che li porterà ad esporre nelle principali città italiane ed europee. Due pittori che proseguono la loro attività senza prevaricazioni di genere, cosa ben rara all’epoca, e che si confronteranno con i principali movimenti artistici del tempo.

Con la conferenza di Würzburg si vuole portare all’attenzione del pubblico questa storia così singolare e affascinante, emersa grazie al lungo lavoro di Isabella Valente (docente dell’Università degli Studi di Napoli Federico II) e del Centro Annali. Una storia pressoché ignota alla comunità scientifica tedesca che potrà dare impulso a nuove ricerche e acquisizioni storiografiche in Germania.

La conferenza sarà ospitata nella Toscanasaal della prestigiosissima Residenz Würzburg, sito dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco che, fra le tante opere, presenta gli splendidi affreschi di Giovanni Battista e Giandomenico Tiepolo.

Gli interventi sono a cura di Palmarosa Fuccella, studiosa del Centro Annali “Nino Calice”, e di Isabella Valente.

Parteciperanno Maria Carmela Consiglio, presidente del Centro Annali “Nino Calice”, Gianpiero Perri, Direttore Generale dell’APT Basilicata, Giuseppe Tancredi, sindaco di Moliterno, Adolf Bauer, sindaco di Würzburg, Johannes Engels, Capo del Dipartimento Cultura di Würzburg, Horst Schäfer-Schuchardt, presidente della Società Dante Alighieri di Würzburg.

L’iniziativa ha il sostegno della Regione Basilicata, dell’APT, del Comune di Moliterno e della Città di Würzburg.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *