L’amministrazione comunale di Matera contro la Polizia Municipale

E’ un momento difficile per le famiglie di questa città, difficile far quadrare i conti nel bilancio famigliare, tra queste, l’auto è una voce di spesa rilevante, assicurazione e carburanti alle stelle ed a tutto ciò ci devi aggiungere tra le varie ed eventuali, la quasi certa contravvenzione al codice della strada. In una città al collasso, colma zeppa di torpedoni di turisti, autobus e traffico caotico è quasi impossibile trovare un parcheggio, quindi la nostra amministrazione pensa bene di far cassa “frustando” la Polizia Municipale. Alcuni giorni orsono i Vigili hanno ricevuto una intimidatoria lettera nella quale gli si contesta di aver omesso di rilevare contravvenzioni, di averne fatte poche. Nella nota si fa presente che tali comportamenti sono sanzionabili non solo disciplinarmente ma anche penalmente. La nota, dal tono “ricattatorio”, a firma del dirigente del settore, prosegue con la diffida dal continuare in tale “inaccettabile atteggiamento” si promette la mancata erogazione dell’istituto della produttività. In breve i vigili che non fanno multe si vedranno negare alcune centinaia di euro ad anno, sposando il teorema che ad un numero maggiore di multe corrisponde l’erogazione della produttività. Non c’è molto da dire sulla insensata questione, ognuno può trarne le debite considerazioni, Il mio critico appunto è quello che questa amministrazione non sa neanche cosa sia la prevenzione in materia di Polizia Stradale, usa esclusivamente il principio sanzionatorio quale unico rimedio per rimpinguare le casse del comune con le contravvenzioni in danno degli automobilisti materani. Non ci si pone nemmeno lontanamente il sospetto che i veri danni, quelli che stanno svuotando le casse del comune, quelli per milioni di euro, non sono stati causati da sprovveduti Vigili che ogni giorno devono fare i conti con chi accompagna i figli a scuola o con le varie esigenze della gente, ma da impudenti ed arroganti dirigenti. Sarebbe opportuno che domani i cittadini vessati dalle contravvenzioni udissero le discussioni nel consiglio comunale, si votano debiti fuori bilancio per due milioni e mezzo di euro, molti da imputare a responsabilità negligente di dirigenti, il cui rapporto stipendiale con i Poliziotti municipali non ha paragone, c’è da chiedersi prima di tutto se taluni dirigenti abbiano mai ricevuto simili missive; c’è da chiedersi anche se l’istituto della produttività sia mai stato negato ai dirigenti che hanno sbagliato; se i loro lauti stipendi siano mai stati ridotti in considerazione di gravi negligenze; se il raggiungimento degli obiettivi sia stato mai contestato; non ho notizie su tali dati per i quali pongo serie riflessioni. Invito il sindaco, la giunta e le organizzazioni sindacali ad intervenire in ossequio a che svolge un difficile e quasi mai apprezzato lavoro.

Adriano Pedicini Consigliere PDL Matera

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *