Laura Morante al Lucania Film Festival, per una lectio magistralis sul cinema

E’ il giorno di Laura Morante al Lucania Film Festival. Domani, 11 agosto, l’ospite d’eccezione dell’evento sarà protagonista della serata nel Centro Tilt di Marconia. L’attrice e regista incontrerà il pubblico del LFF nella Lectio magistralis prevista per le 22.30 nel Teatro E. Scola e condotta da Fabio Morici alla presenza dei numerosi ospiti del Festival fra i quali Silvia Scola ed Alessandro Piva. Con loro, Laura Morante intavolerà una discussione sul cinema e sulla sua carriera iniziata a teatro nel 1978 e poi proseguita con collaborazioni importanti quali quelle con i registi Giuseppe Bertolucci, Bernardo Bertolucci e Nanni Moretti, con cui farà tre film, fino al successo del David nel 2001, come miglior attrice protagonista ne ‘La stanza del figlio’. A seguire, la proiezione di ‘Assolo’, il suo secondo film da regista, uscito nel 2016 dopo l’esordio del 2012 con “Ciliegine”. In precedenza, intorno alle ore 20.00, all’arrivo nell’area Festival, Laura Morante incontrerà la stampa nella Sala Close Up.
L’apertura della seconda giornata di lavori inizierà con Good Morning LFF nella Sala Cimino, dove la programmazione in concorso avrà inizio sin dalle ore 10.30. In scaletta il documentario “Prisoners 2014 Escape from Isis” di Giuseppe Ciulla e Cristina Scano che hanno intervistato alcuni miliziani ISIS in una prigione curda nel nord della Siria ed incrociato le loro storie con quelle delle vittime, curdi e cristiani, muovendosi lungo la prima linea del fronte siriano e iracheno. A seguire i lungometraggi “Le garagiste” di Beaullieu Renée (Canada) e “D’errance et de Racines” di Sandrine Willems e Marie-Francoise Plissart (Belgio).
Nel pomeriggio, i blocchi 4-5-6 dei corti in concorso ed a mezzanotte l’Extra “Porno e Libertà” di Carmine Amoroso, che sarà ospite del LFF. Nel suo film, in programmazione a mezzanotte, narra la lotta di una generazione che ha combattuto il puritanesimo e la censura per la libertà d’espressione e la libertà sessuale. Nell’Italia degli anni ’70, in un Paese ancora prigioniero dell’ipocrisia sul sesso, un gruppo di ribelli comincia una battaglia contro la censura e il comune senso del pudore attraverso l’arma della pornografia.

Altro Extra film molto atteso è “Io sto con la sposa” di A. Augugliaro, G. Del Grande, K. S. Al Nassiry, in proiezione alle ore 21.00. Nel documentario italiano un poeta palestinese siriano e un giornalista italiano incontrano a Milano cinque palestinesi e siriani sbarcati a Lampedusa in fuga dalla guerra, e decidono di aiutarli a proseguire il loro viaggio clandestino verso la Svezia. Per evitare di essere arrestati come contrabbandieri, decidono di mettere in scena un finto matrimonio coinvolgendo un’amica palestinese, che si travestirà da sposa, e una decina di amici italiani e siriani che si travestiranno da invitati.

Lo Spazio Close Up ospiterà le proiezioni prodotte da Lucana Film Commissione, dando spazio ai trailer di “Short but good – part 1” e “Urli e risvegli” di Nicola Ragone, “La ricerca della forma. Il genio di Sergio Musmeci” di Vania Cauzillo e “Flipo con la Basilicata” di Nicola Bisceglia. Fra gli Extra anche “Transumanza in Basilicata, una storia vera” di Mario Reale, “AgriMovie Contest” e “Il lupo del Pollino” di Alessandro Parrello, seguito dal talk con Arifa Film Production. Corti in programma anche nella Sala Kiarostami, mentre nello spazio Movie Town avrà corso il workshop “I giovani del LFF”. La serata si concluderà con la musica di Alexander Coatess, dj sixties che usa esclusivamente singoli in vinile d’epoca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *