Le segreterie UGL Sanità Matera e UGL Medici Basilicata chiedono confronto al nuovo commissario ASM

A quasi un mese dall’operazione “Suggello” che ha portato alle dimissioni dei vertici dell’ASM e alla conseguente nomina del nuovo commissario, la nostra azienda si ritrova ad affrontare il periodo estivo in una situazione emergenziale. Oggi leggiamo dell’abuso di Prestazioni Aggiuntive ad uso quasi esclusivo di alcuni Medici ed invece negato (aggiungiamo noi) ad altre categorie di lavoratori; Noi più volte abbiamo denunciato questa prassi consolidatissima, basti guardare le Delibere degli ultimi anni e come,tale abuso ha portato ad inficiare il ripristino biologico, venendo meno il riposo compensativo e favorendo lo stress lavoro correlato. Noi crediamo che le colpe dei padri non devono ricadere sui figli e quindi auspichiamo che a fare le spese di questa situazione che si è venuta a creare non debbano essere né i dipendenti né i cittadini. I primi si trovano oramai costretti ad affrontare il periodo di ferie in gravi condizione di carenza di organico, vedi la grave carenza nel Dip. Emergenza che provoca gravi ritardi nell’esecuzione di procedure salva vita. Inoltre ogni giorno ci giungono segnalazioni di dipendenti che si trovano un turno di notte composto da 1unità infermieristica per 40 pazienti con solo 1Oss per intero dipartimento. Questo accade nell’U.O di Geriatria, più volte i dipendenti hanno scritto ai Dirigenti ASM chiedendo di risolvere tale condizione senza però ottenere risposta. Tale condizione provoca sicuramente disagio sia agli operatori e sia all’utenza perché vengono meno le minime condizioni di sicurezza. Ancora auspichiamo che quanto accaduto non fermi la macchina amministrativa perché ci sono procedure da portare a compimento come l’istituto della Progressione Orizzontale 2018 tanto attesa dai dipendenti che sono stati esclusi dalla precedente. Ci sarà poi da sostituire le diverse P.O. mediante scorrimento delle graduatorie vigenti, che sono vacanti per effetto dei numerosi pensionamenti, senza parlare dell’abuso di istituti contrattuali quale la Pronta disponibilità Dipartimentale non prevista dai CCNL che di fatto viene utilizzata come copertura turni e che si ripercuote sul fondo dello Straordinario. Per questo e per tanto altro, attendiamo che il nuovo commissario completi la fase d’insediamento e si possano riprendere i dialoghi con l’ASM per analizzare tutte le criticità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *