Lecce: rapine a banche e uffici postali, un arresto e un fermo

E’ accusato di aver messo a segno, tra gennaio e febbraio, tre rapine ed una tentata rapina ai danni di uffici postali e banche di Lecce e provincia: M.M., 21 anni, di Trepuzzi, e’ stato arrestato dai carabinieri in esecuzione di un provvedimento cautelare emesso dal gip del Tribunale della città salentina su richiesta del pm Guglielmo Cataldi. Un suo presunto complice, L.M., 25 anni, e’ stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria.

Le rapine sono state messe a segno all’Ufficio Postale di Lecce (10 gennaio), al Banco di Napoli (11 gennaio), alla Banca Cooperativa Terra d’Otranto di Monteroni (03 febbraio, e la tentata rapina al Banco di Napoli di Calimera (26 gennaio). In quelle circostanze i due hanno sempre operato in coppia, armati di taglierino e con il volto coperto da passamontagna e casco, imperversando nel territorio e guadagnandosi l’appellativo di ‘quelli dello scooter’, a bordo del quale venivano visti allontanarsi. Agivano con estrema rapidità portandosi via bottini consistenti (al Banco di Napoli 4800 euro), salvo che a Calimera dove un carabiniere intervenne prima che mettessero a segno il colpo.

La visione delle riprese filmate e dei cartellini fotosegnaletici, la descrizione delle vittime, il ritrovamento dei motoveicoli rubati con cui avevano agito hanno permesso di stringere il cerchio attorno a M.M., già noto per precedenti specifici. Probabilmente i due stavano per compiere un’altra rapina. Al primo e’ stato notificato l’ordine di arresto. A casa del secondo sono venuti fuori tre passamontagna e otto taglierini utilizzati per le rapine. Alle rapine si sono aggiunti anche due casi di ricettazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *