Lecce, scontro in commissione Bilancio

Circa 550mila euro di debiti maturati, per sentenze e pignoramenti, da settembre 2017 ad oggi ed un monte debitorio milionario nei confronti di vari studi legali, oltre un milione solo per uno di essi. E’ il quadro del comune di Lecce, emerso durante la commissione Bilancio, presieduta dal consigliere Antonio Torricelli (Pd), ed alla quale hanno preso parte il dirigente del settore Affari generali Antonio Guido. In particolare, i debiti verso gli studi legali sarebbero maturati tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio dei Novanta, e per ricostruire i quali agli uffici comunali è stato persino necessario chiedere l’accesso agli archivi del Tar.
Il centrodestra, nelle persone dei consiglieri Bernardo Monticelli Cuggiò e Paolo Perrone, ha accusato l’amministrazione di non aver adeguatamente approfondito ogni singola richiesta di pagamento. Il centrodestra, inoltre, ha abbandonato anzitempo la seduta per partecipare alla conferenza sulla Tari; episodio, questo, che ha fatto infuriare i consiglieri di centrosinistra, a partire dal consigliere di Lecce città Pubblica Pierpaolo Patti.
Il presidente Torricelli ha minacciato di rimettere il mandato: “Se si continuerà ad avere questi atteggiamenti professorali su questioni che richiamano a precise responsabilità contabili e penali di chi ci ha preceduto”. La tensione a Palazzo Carafa, quindi, resta alta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *