Leonardo Chiruzzi nuovo presidente dell’Area Programma Bradano Basento

Leonardo Chiruzzi, sindaco di Bernalda, è stato eletto all’unanimità presidente dell’Area Programma “Bradano Basento”, nel corso della seduta della Conferenza dei sindaci che si è svolta a Tricarico lo scorso venerdì 17 febbraio, nella sede dell’ex Comunità Montana “Medio Basento”. La fumata bianca, comunicata dal commissario liquidatore della Comunità Montana “Medio Basento” Francesco Auletta, è arrivata dopo ben cinque incontri, nel corso dei quali i sindaci della nascente Area Programma si sono confrontati sulle problematiche del territorio e sulle scelte relative all’individuazione dei vertici politici dell’Area Programma, del comune capofila e della sede della Conferenza dei sindaci. Dopo approfondimenti e lunghi dibattiti nelle sedute precedenti, la Conferenza dei sindaci è pervenuta a una proposta unitaria che vede, oltre a Leonardo Chiruzzi presidente della Conferenza dei sindaci, Giuseppe Soranno, sindaco di Salandra, vice presidente, Irsina comune capofila e Tricarico, già sede della Comunità Montana “Medio Basento, sede della Conferenza dei sindaci. Le scelte sono state operate per dare risalto alle aree geografiche di cui si compone l’Area Programma, che comprende tredici comuni: Bernalda, Calciano, Ferrandina, Garaguso, Grassano, Grottole, Irsina, Miglionico, Montescaglioso, Oliveto Lucano, Pomarico, Salandra e Tricarico, con una popolazione complessiva di oltre 63.000 abitanti. Un comprensorio variegato che comprende comuni piccoli, che non superano i mille abitanti, come Calciano e Oliveto Lucano e comuni medio-grandi, come Bernalda, Ferrandina e Montescaglioso, oltre che con differenti problematiche di sviluppo, conseguenza di una scelta ben precisa: mettere insieme comuni delle aree interne con alcuni comuni della fascia jonica per realizzare nel tempo, attraverso un’azione di programmazione comune, una sorta di integrazione che porti l’intero comprensorio a imboccare la strada dello sviluppo e della crescita, garantendo una migliore qualità della vita alle famiglie di queste comunità. Con l’individuazione dei suoi organismi, l’Area Programma, istituita dalla Regione con l’articolo 23 della Legge regionale numero 33 del 30 dicembre 2010, potrà iniziare ad assolvere ai suoi compiti, addentrandosi nelle competenze a essa attribuite e che, essenzialmente, riguardano il concorso nella programmazione e attuazione delle politiche regionali a proiezione territoriale in alcune specifiche materie, assetto del territorio, tutela e valorizzazione ambientale, sviluppo economico, valorizzazione beni culturali e naturali, servizi alla persona, alla famiglia e alla comunità, servizi scolastici, trasporti scolastici e la gestione dei servizi associati. Due ambiti interessanti che richiederanno una forte coesione tra i vari comuni. In particolare, i servizi associati, che i comuni più piccoli sono obbligati per legge ad attivare a breve scadenza, richiederanno impegno e disponibilità delle varie amministrazioni e potranno realizzarsi efficacemente solo guardando al territorio nel suo insieme, superando la logica del campanile non più sostenibile nel contesto in si vive. Con il consolidarsi delle Aree Programma, cesseranno le Comunità Montane e, nel contesto tricaricese, chiuderà i battenti la Comunità Montana “Medio Basento”, la cui struttura costituirà il fulcro operativo della nuova associazione intercomunale, alla quale apporterà il proprio contributo in termini di competenze e professionalità.

Vito Sacco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *