L’inquinamento del Basento preoccupa i cittadini di Bernalda e Metaponto

Lo stato di inquinamento del fiume Basento, l’ammalato grave dell’idrografia lucana, continua a suscitare l’interesse e l’attenzione di enti e organismi associativi, che manifestano a più riprese la loro più viva preoccupazione delle possibili conseguenze e danni all’ambiente e alla salute. Sulla vicenda è intervenuto anche il Comitato Cittadiniattivi di Bernalda e Metaponto, che si dimostra sempre sensibile alle tematiche ambientali, che ha manifestato le sue preoccupazioni e perplessità sulla vicenda e consegnato a tutti i Consiglieri del Consiglio Comunale di Bernalda una comunicazione urgente rivolta al Sindaco sul grave inquinamento del fiume Basento. Nel documento si esorta il primo cittadino del comune jonico a voler adottare tutte le iniziative necessarie per concorrere alla salvaguardia della pubblica salute e incolumità. Nella circostanza i cittadini attivi chiedono anche di essere messi a conoscenza dell’esatto iter progettuale per la costruzione di una centrale a biomasse da 15 MW prevista in Contrada Pantanello di Metaponto, “che già sta allarmando notevolmente i cittadini e le associazioni ambientaliste del Metapontino”. E’ stato inoltre formalmente richiesto al Comune di Bernalda l’applicazione quanto prima dell’art. 8 della Legge 267/2000 sulla partecipazione e il coinvolgimento preventivo dei cittadini nelle decisioni di pubblica utilità.

Giuseppe Coniglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *