Lotta alle guide abusive, tolleranza zero

Tolleranza zero contro le guide abusive: controlli ancora più serrati e si inaspriscono le sanzioni. E’ quanto si evince dall’ordinanza che il sindaco, Salvatore Adduce, ha firmato ieri con la quale si vieta, su tutto il territorio comunale, qualsiasi attività che possa anche minimamente disturbare la quiete e la libertà del forestiero.

“Nelle ultime settimane – afferma il sindaco Adduce – grazie al proficuo impegno dell’assessore alla sicurezza, Sergio Cappella, del dirigente, Franco Pepe, e di tutto il personale della Polizia municipale e delle altre forze dell’ordine, abbiamo messo in campo una serrata attività di controllo e di contravvenzioni per mettere fine a questo fenomeno che pregiudica l’immagine di Matera e non è coerente con la vocazione turistica della città. E, inoltre, per le tecniche di aggancio non proprio ortodosse, crea intralcio alla circolazione veicolare e pericolo per gli utenti della strada. Grazie a questa attività di controllo sono state elevate una quindicina di sanzioni, di circa 50 euro ciascuna, che, però, non sono servite a scoraggiare l’attività delle guide abusive. E così abbiamo deciso, di concerto con tutta la giunta comunale, di emettere una nuova ordinanza che prevedesse un forte inasprimento dei controlli e delle sanzioni”.

“Non è più possibile – aggiunge Adduce – continuare ad osservare il reiterato comportamento di coloro che, anche a bordo di ciclomotori, si intrattengono nelle zone di accesso alla città ed ai rioni Sassi, spesso dichiarando di svolgere un servizio per conto del Comune, in attesa del passaggio di autoveicoli di turisti per offrire, anche con insistenza e prepotenza, visite guidate o altre informazioni, dietro compenso”.

Questo il contenuto principale dell’ordinanza già pubblicata sull’albo pretorio e sul sito internet del Comune. E’ vietato, a chiunque, su tutto il territorio comunale, esercitare qualsiasi attività che possa anche minimamente disturbare la quiete e la libertà del forestiero, ed in particolare: avvicinarsi e/o fermare i turisti, sia in auto che a piedi, per fare opera di raccomandazione, e/o accaparramento e/o accompagnamento, o fare anche semplicemente ai conducenti delle vetture cenni di invito a sostare o scendere quando esse transitano, finalizzate ad offrire visite guidate e/o qualsiasi altra informazione. Chiunque non osserva l’ordinanza è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma di € 500,00. L’ordinanza è stata trasmessa al Comando Polizia Locale, alla Questura di Matera, al Comando Provinciale Carabinieri, al Comando Provinciale della Guardia di Finanza, al Comando Provinciale del Corpo forestale dello stato, alla Provincia di Matera, nonché all’Ufficio Territoriale di Governo di Matera ed a tutti i soggetti abilitati al controllo, per la sorveglianza e l’esecuzione della medesima e per tutti gli aspetti di specifica competenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *