Marò, il premier Renzi auspica una soluzione rapida del caso

Una soluzione rapida e positiva al lungo e complicato caso dei due marò pugliesi. E’ l’auspicio espresso al telefono dal premier Matteo Renzi alla collega indiana Narendra Modi, che ha incoraggiato “la parte italiana a permettere un proseguimento del cammino del processo indiano”.
La Modi, mediante un comunicato, ha sottolineato che “la giustizia indiana è libera, giusta e indipendente, considererà tutti gli aspetti del caso. Riguardo l’incidente al larga del Kerala del 15 febbraio 2013 – ha detto – in cui sono morti due pescatori, la questione è ‘sub judice’ davanti alla Corte Suprema che esamina ricorsi presentati dai due marò. Siamo convinti – ha concluso – che essa considererà tutti gli aspetti nel giudicare il caso. Ci impegneremo a rafforzare ulteriormente le relazioni bilaterali con l’Italia”.
Ad una settimana dalla visita a New Delhi del ministro della Difesa Roberta Pinotti, il governo continua il suo affondo diplomatico sull’esecutivo indiano affinché affronti la vicenda dei due militari italiani. Ad inizio mese Renzi aveva manifestato la sua fiducia nel nuovo governo indiano, e con la speranza che l’esecutivo Modi, nelle settimane a venire, avesse la possibilità di affrontare la vicenda dei due marò e di “recuperarla in una dimensione di collaborazione sulla base del diritto internazionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *