Matera 2019, alla apertura di Marsiglia 2013

Matera 2019, attraverso il suo direttore, Paolo Verri, è stata presente sabato a Marsiglia in occasione della cerimonia ufficiale di apertura delle celebrazioni per il suo anno di Capitale europea della cultura. Matera 2019 è stata invitata dopo che Marsiglia 2013 è stata ospite dell’ultima edizione di Materadio, la festa di Rai Radio3 regalandoci grandi musicisti e attraverso una forte collaborazione mediatica con le radio locali.

Matera 2019 ha partecipato alla inaugurazione ufficiale presso il Museo delle Civiltà del Mediterraneo, il MUCEM ideato dall’architetto Francese Ricciotti, nel corso della quale sono intervenuti il sindaco di Marsiglia Jean Claude Gaudin, il primo ministro francese, il presidente della commissione europea Barroso. Assente, a causa della crisi internazionale in Mali, il presidente della Repubblica, Hollande.

Matera era l’unica città italiana presente, insieme agli amici di Guimaraes, capitale europea del 2012 e anch’essa partner di Materadio, nonché insieme agli spagnoli di San Sebastian, che avranno la capitale del 2016. Con loro il direttore del comitato Paolo Verri ha intrecciato subito un rapporto di collaborazione che potrebbe avere esiti interessanti già per l’edizione di Materadio 2013 che si svolgerà pochi giorni dopo la consegna ufficiale del dossier di candidatura, attesa per il 20 settembre 2013. Anche con il direttore di Guimaraes si è ribadito un rapporto di collaborazione sui temi della valutazione e del rapporto con i privati. Presto Guimaraes verrà in visita a Matera per raccontare quanto accaduto nel 2012 in Portogallo.

A Marsiglia, sabato sera, tutta la città si è riversata nelle strade del centro rese interamente pedonali per la circostanza. In particolare, alle ore 19 in punto, tutta la popolazione per cinque minuti ha dato vita a un grande “baccano collettivo” (Grande Clameur) a cui sono seguiti magnifici fuochi pirotecnici e un successivo e magico silenzio di soddisfazione per l’anno appena iniziato.

La festa è proseguita per tutta la notte, mentre ieri, decine di percorsi culturali in tutti i quartieri della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *