A Matera, il Capodanno Rai 2018-19

La Rai ha proposto alla Regione Basilicata la città di Matera per la diretta televisiva del Capodanno 2018/2019. Il Servizio Pubblico, spiega una nota dell’azienda di Viale Mazzini, “non può non tenere conto che la città dal 1 gennaio 2019 sarà la Capitale Europea della Cultura e diventerà la protagonista assoluta del panorama culturale italiano e europeo. Sarebbe difficilmente giustificabile a livello istituzionale l’indicazione di una sede diversa nella stessa regione”. Tuttavia Rai, si legge ancora, “ha manifestato in più occasioni alla Regione Basilicata la disponibilità a valutare ulteriori possibili città che soddisfino le esigenze produttive nella tempistica indicata. Inoltre ha comunicato alla Regione che la città di Venosa potrebbe essere indicata per l’edizione 2019/2020 previa una serie di verifiche tecniche e organizzative che dovranno essere effettuate”. (ANSA).

“Malgrado le nostre riserve – ha scritto infatti la vice presidente Franconi – non possiamo che accogliere la proposta che l’evento del Capodanno 2019 si tenga nella città di Matera, contestualmente all’impegno della Rai a realizzare il Capodanno 2019/2020 nella città di Venosa. A tal proposito – ha aggiunto – la Regione assicura sin d’ora tutta la propria disponibilità ed il proprio impegno affinché possano determinarsi le condizioni perché ciò accada, nella certezza che sapremo individuare quanto necessario a tal fine”.

Dopo aver evidenziato che la proposta di organizzare il Capodanno 2019 nella Città di Matera è stata condivisa, per le vie brevi, anche con il sindaco della Città, Raffaello De Ruggieri, la vice presidente Franconi ha confermato infine la disponibilità della Regione ad un prolungamento della convenzione in scadenza nel 2020 per almeno due ulteriori annualità 2020/2021 e 2021/2022, al fine di continuare a promuovere attraverso il Capodanno trasmesso sulle reti Rai altre aree della Basilicata, a partire dal Metapontino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *