Matera Festival 2020: dal 5 luglio al 10 agosto la rassegna nella Città dei Sassi

Torna il Matera Festival, una delle rassegne musicali estive più attese a cura dell’Orchestra della Magna Grecia e Matera in Musica, in collaborazione con Basilicata Circuito musicale. Fra i presenti all’incontro con la stampa, oltre a Piero Romano, direttore artistico dell’Orchestra Magna Grecia, Patrizia Minardi, dirigente Regione Basilicata, Marianna Dimona, assessore alla Cultura del Comune di Matera, Nicola Benedetto, titolare del Mulino Alvino e Maurizio Grieco, in rappresentanza delle attività a sostegno del Matera Festival 2020.

Dal 5 luglio al 10 agosto, saranno dieci gli eventi programmati nelle suggestive cornici del Mulino Alvino (ore 20.30) e dei Giardini del Museo Ridola (due spettacoli, ore 19.45 e 21.00), con la voglia sfrenata di ripetere in termini di gradimento il successo delle scorse edizioni, con ancora negli occhi e sulla pelle l’emozione del concerto “Dove eravamo rimasti”. Evento quest’ultimo, con protagonista l’Orchestra della Magna Grecia con i collegamenti nei programmi di punta delle reti Rai e Mediaset lunedì 15 giugno come evento del giorno in virtù della partecipazione di settanta elementi d’orchestra ad accompagnare le voci di Al Bano, Rubino e Terranova.

Anche in questa occasione per l’affezionatissimo pubblico lucano, location di rara bellezza e momenti musicali selezionati per un pubblico attento e sensibile a proposte sempre originali. Come sempre, la rassegna prevede progetti fra più interessanti in circolazione questa estate e dei quali l’Orchestra della Magna Grecia diventa protagonista.

«Dopo tre mesi di stop – dichiara Piero Romano – abbiamo ripreso e riorganizzato in il Matera Festival, rassegna che caratterizza l’estate materana; è stato ridisegnato tenendo conto questa volta delle prescrizioni Covid; tutto, infatti, sarà realizzato per scongiurare qualsiasi tipo di contatto e contagio: distanziamento fra i professori d’orchestra, in platea fra il pubblico, nel rispetto delle regole, perché la musica va goduta nella massima serenità».

Grande collaborazione fra il Mulino Alvino e l’Orchestra della Magna Grecia, Matera in musica e Basilicata Circuito musicale. «E’ una intesa – prosegue Romano – che metterà in relazione un patrimonio artistico e architetturale stupendo con una musica di altissimo livello; si comincia il 5 luglio con un tributo a Beethoven, per concludere il 10 agosto con un evento in esclusiva nazionale: il duo League-Laurance, insieme con la nostra Orchestra in un progetto unico nel suo genere che tutta l’Italia potrà ammirare solo a Matera o a Locorotondo, sede del Locus Festival; e, ancora, la taranta con Mario Incudine, il musical con Graziano Galàtone, il pop con Nino Buonocore e un tributo a Lucio Dalla, le musiche di Nino Rota, Bacharach e quelle da film. Tante ancora le offerte, grazie a istituzioni e sponsor che, nonostante le difficoltà del momento, ci sono stati vicini; un ringraziamento particolare lo rivolgiamo al pubblico che ci vuole bene e ci sta già interpellando per tornare ad essere protagonista; ed è proprio al pubblico che rivolgo l’ultimo invito: per assistere ai nostri concerti è necessario contattarci, perché quest’anno occorrerà prenotarsi».

«La Basilicata vuole impegnarsi a tutti i costi – l’intervento di Patrizia Minardi – per tornare all’ultimo triennio all’interno del quale abbiamo avuto riscontri importanti dal punto di vista lavorativo con seimila occupati all’anno: la cultura, infatti, è una filiera produttiva sulla quale vogliamo insistere dopo mesi di stop forzato; in questi mesi abbiamo registrato interruzioni e annullamenti di spettacoli già finanziati, ma siamo andati lo stesso avanti attivando un’azione di emergenza per ripartire da rassegne importanti come il Matera Festival; questa manifestazione, infatti, permette di affiancare un’eccellenza come l’Orchestra della Magna Grecia ad artisti di spessore, con lo scopo di tornare a richiamare turismo e riposizionare una delle città più belle e più importanti dal punto di vista culturale a livello internazionale»

Il Matera Festival sarà, dunque, un modo per riscoprire la bellezza di temi musicali pieni di fascino e suggestione, con progetti senza tempo. In questo, un ruolo fondamentale lo rivestono i professori dell’ICO, che condivideranno il palcoscenico, come abbiamo sentito, con artisti e tributi di alto profilo. Particolare attenzione, si diceva, rivestirà il concerto esclusivo in programma lunedì 10 agosto alle 20.30 al Mulino Alvino. In pedana Michael Legue, leader degli Snarky Puppy, band alla quale è stato assegnato un Grammy Award, e Bill Laurance. L’evento-debutto del tour internazionale del duo è una coproduzione con il Locus Festival di Locorotondo.

Vicinanza alla rassegna l’ha manifestata fra gli altri, Saverio Vizziello, direttore del Conservatorio “Egidio Romualdo Duni” di Matera. «Mi dispiace non essere stato al fianco del collega ed amico Piero Romano – le parole di Vizziello – nell’incontro con la stampa per la presentazione del Festival da noi organizzato, nonostante un momento di enormi difficoltà che sicuramente, grazie alla nostra esperienza, supereremo nel migliore dei modi per riportare musica di qualità nella nostra città e in tutti i comuni della Basilicata. Tutto è stato reso possibile grazie alla Regione e all’impegno di Patrizia Minardi, dirigente dell’Ente regionale, che stanno facendo l’impossibile per far ripartire lo spettacolo dal vivo».

 

MATERA FESTIVAL 2020 – Mulino Alvino

 Giovedì 9 luglio, Mulino Alvino 20.30

SCRIVIMI

Metti un artista completo, Nino Buonocore, che di canzoni di successo ne ha scritte e cantate. Quando esplose con brani come “Rosanna” e “Scrivimi”, la critica applaudì il suo modo di scrivere, ma in particolare la voce. Uno strumento, usato per dare profondità a un tema musicale, carattere di ogni sua canzone.

Deve essere stata la sensibilità di musicista e cantante, nella migliore delle sue accezioni, ad averlo portato ad appropriarsi di pagine importanti di colleghi che hanno tratteggiato come pochi la canzone d’autore dando profondità a testi che in molti casi si sono coniugati con musiche di rara bellezza.

“Scrivimi” è un viaggio straordinario nell’eleganza musicale e nella musica d’autore italiana.

Nino Buonocore – voce

Gianluca Podio – direttore

Orchestra della Magna Grecia

 

Martedì 14 luglio, Mulino Alvino 20.30

NINO ROTA TRIBUTE

Dalle sensazioni oniriche che le sue musiche hanno attribuito ai titoli da Oscar di Federico Fellini, alla musica napoletana di un tarantino doc, proseguendo con uno dei grandi dell’opera lirica. Questo è “Nino Rota tribute”, il programma musicale ispirato al grande musicista e autore barese.

Stefano Pietrodarchi – bandoneon

Antonio Mandrillo – tenore

Sara Intagliata – soprano

Maurizio Lomartire – direttore

Orchestra della Magna Grecia

 

Giovedì 23 luglio, Mulino Alvino 20.30

PIZZICA, CHE MUSICA!

Taranta: il battito del Grande Sud, dalla Sicilia al Salento. Danze tradizionali e melodie del Sud Italia, dalla Sicilia al Salento, che dal ‘700 in poi ha generato il cosiddetto “tarantismo pugliese”. Il genere che ha reso famoso in tutto il mondo il Tacco d’Italia, è diventato un documento d’identità per musicisti e musicofili. Un appuntamento al quale non potevano mancare i professori dell’Orchestra della Magna Grecia che passeranno in rassegna insieme con Mario Incudine, motivi fortemente rappresentativi di una tradizione musicale (e spettacolare) considerata uno dei patrimoni più ricchi in assoluto.

Mario Incudine – Voce e chitarra

Valter Sivilotti – direttore

Orchestra della Magna Grecia

 

Martedì 28 luglio, Mulino Alvino 20.30

ATTENTI A LUCIO!

Concerto-tributo dedicato all’indimenticabile artista bolognese. Dalla avrebbe scritto e incantato ancora oggi, con quella sua fantasia straordinaria e una voce dai mille registri. Un gruppo musicale di stelle, da Lorenzo Campani a Renzo Rubino, proseguendo con Raffaele Casarano, ripercorre alcune fra le tappe salienti del grande cantautore, che ci ha regalato pagine e liriche indimenticabili, da “Piazza grande” a “La casa in riva al mare”, da “L’anno che verrà” a “Futura”.

Lorenzo Campani – voce

Renzo Rubino – voce e piano

Raffaele Casarano – sax

Giacomo Desiante – direttore

 

Giovedì 6 agosto, Mulino Alvino 20.30

I LOVE MUSICAL

Prendiamo il musical e lo rivestiamo di suoni e colori in versione sinfonica. Ed ecco che scaturisce qualcosa che non è solo un tributo, ma un gioiello, ancora più prezioso perché eseguito con l’ausilio di professori d’orchestra: West side story, Notre Dame de Paris, Grease…

Protagonista di questo omaggio ad una delle espressioni musicali più affascinanti, Graziano Galatone, che molti hanno apprezzato in numerosi musical nei quali ha rivestito il ruolo principale: Notre Dame de Paris, Tosca-Amore disperato, Il principe della gioventù (Lorenzo il Magnifico), Bernadette (Il miracolo di Lourdes), I promessi sposi. Altra voce, importante, Simona Galeandro, vincitrice di una edizione del Festival di Castrocaro e del Festival interazionale di Vina del Mar in Cile.

Graziano Galatone – voce

Simona Galeandro – voce

Direttore – Maurizio Lomartire.

 

Venerdì 7 agosto, Mulino Alvino 20.30

BACARACH FOREVER

Una estensione vocale invidiabile e una passione sfrenata per uno degli autori più importanti della musica internazionale, Burt Bacarach, con il quale ha collaborato, ecco che Karima riveste con grande raffinatezza un repertorio infinito e senza tempo. “Bacarach forever” mostra una volta di più che la cantante italiana di origini algerine, è artisticamente cresciuta nel tempo, dai talent in cui ha brillato e vinto per distacco, fino al Festival di Sanremo con un contratto discografico con una delle major più importanti a livello internazionale.

Karima – voce

Domenico Riina – direttore

Orchestra della Magna Grecia

 

Lunedì 10 agosto, Mulino Alvino 20.30

MICHAEL LEGUE & BILL LAURANCE

Tra jazz, funk & R&B, musica scritta e improvvisazione in prima nazionale il concerto del duo League-Laurance degli Snarky Puppy, la band ha guadagnato il suo primo Grammy Awardnel 2014 per la Best R&B Performance. L’evento esclusivo è una coproduzione con il Locus Festival di Locorotondo.

 

MATERA FESTIVAL 2020

Giardini del Museo Ridola

 

Domenica 5 luglio

Giardini del Museo Ridola 19.45 (primo spettacolo) e 21.00 (secondo spettacolo)

HAPPY BIRTHDAY BEETHOVEN

Liubov Gromoglasova – pianoforte

Enrico Lombardi – direttore

Un tributo al titano della musica in occasione del 250° Anniversario della nascita del grande compositore, pianista e direttore d’orchestra tedesco. In programma un celebrato capolavoro e una serie di brani meno noti.

 

Lunedì 13 luglio

Giardini del Museo Ridola 19.45 (primo spettacolo) e 21.00 (secondo spettacolo)

LE STAGIONI DI VIVALDI

Ksenia Milas – violino

Cosimo Prontera – direttore

Le immortali opere di Antonio Vivaldi e le suggestioni provocate dalle immagini delle stagioni tarantine. L’esaltazione dei sensi al servizio delle emozioni.

 

Lunedì 20 luglio

Giardini del Museo Ridola 19.45 (primo spettacolo) e 21.00 (secondo spettacolo)

NOTE DA OSCAR

Giuseppe Salatino – direttore

La potenza narrativa della musica scritta per il cinema. Cinecittà e Hollywood: due modi diversi di intendere il commento alle immagini in movimento.

 

Lunedì 27 luglio

Giardini del Museo Ridola 19.45 (primo spettacolo) e 21.00 (secondo spettacolo)

ASTOR PIAZZOLLA

Nicola Colafelice – direttore

Orchestra della Magna Grecia

Il tango rivisto dal musicista, compositore e arrangiatore argentino di origini pugliesi (Trani). Una rivoluzione che non contraddice, ma esalta la forza espressiva di una danza divenuta patrimonio indiscutibile di tutti i popoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *