“Matera Festival”, re-call Giovedì 9 luglio con ‘SCRIVIMI’ di Nino Buonocore presso “Mulino Alvino”

Secondo appuntamento con il Matera Festival. Dopo l’apertura con “Happy Birthday Beethoven”, ecco uno degli spettacoli più attesi in cartellone, protagonista Nino Buonocore con l’Orchestra della Magna Grecia diretta dal maestro Gianluca Podio. “Scrivimi” è il titolo dello spettacolo del cantautore napoletano in programma alle 20.30 al Mulino Alvino di Matera. Buonocore parte da una delle sue hit, “Scrivimi”, fra le quali è bene ricordare anche “Rosanna”, “Un po’ di più”, “Una canzone d’amore” per riproporre uno straordinario repertorio in chiave jazz.

Dieci, complessivamente, gli eventi realizzati dall’ICO Magna Grecia con la direzione artistica del maestro Piero Romano, e in collaborazione con Matera in Musica, Basilicata Circuito musicale e Alvino 1884. Anche quest’anno, ruolo fondamentale nel Matera Festival lo rivestono partner istituzionali come Regione Basilicata, FSC Fondo per lo Sviluppo e la coesione, Comune di Matera, Unesco e MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività culturali). Particolare ringraziamento a Ubi Banca e Shell, e ad attività importanti legate al territorio, Ecowash, Grieco Collezione uomo-donna e Lion Service.

Ma torniamo a Nino Buonocore, protagonista della serata. Cantautore e compositore napoletano, a partire dagli Anni 80 ha scritto diverse pagine della storia della musica italiana. Numerose collaborazioni con musicisti importanti lo hanno portato ad avvicinarsi al jazz e a duettare, nel 1988, con Chet Baker in una session di presentazione alla stampa dell’album “Una città tra le mani”. Con loro, una superband, composta da Nicola Stilo, Rino Zurzolo, Massimo Volpe, Peppe Sannino.

Tante le hit entrate nelle top ten delle classifiche italiane, la sua musica e le sue canzoni hanno di fatto accompagnato periodi di vita – “Scrivimi” su tutte; “Rosanna”, “Il Mandorlo”, “Boulevard”, per citarne altre – restano nell’immaginario di tutti, brillanti ritratti di donne e amori (apparentemente) semplici ci appartengono per come sono stati raccontati e per come li abbiamo immaginati, idilli di stagioni vissute intensamente – e qui si ritrovano nuove storie minimaliste e metafore che raccontano la quotidianità e gli angoli più stretti dell’anima, e che hanno fatto la fortuna di un cantautore rimasto sempre indiviso con la sua arte e il suo talento di compositore, alla ricerca mai fine a se stessa – dall’uso dell’acustica ai generi musicali più vari, con l’andamento jazz, swing e con i colori più nobili dei ritmi carioca. Fra i brani in programma, eseguiti insieme con l’Orchestra della Magna Grecia, Abitudini, Così distratti, Treni d’agosto, Solo un po’, Scrivimi e Rosanna. In trio, Esercizi di stile e Tra le cose che ho. Ingresso 10euro (1euro prevendita).

Il Matera Festival è un modo per riscoprire la bellezza di temi musicali pieni di fascino e suggestione, con progetti senza tempo. In questo, un ruolo fondamentale lo rivestono i professori dell’ICO, che condividono il palcoscenico con artisti e tributi di alto profilo. Particolare attenzione rivestirà il concerto esclusivo in programma lunedì 10 agosto alle 20.30 al Mulino Alvino. In pedana Michael League, leader degli Snarky Puppy, band alla quale è stato assegnato un Grammy Award, e Bill Laurance. L’evento-debutto del tour internazionale del duo è una coproduzione con il Locus Festival di Locorotondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *