Matera, interrogazione del consigliere Augusto Toto: Stato di abbandono dei locali dell’ex incubatore di imprese ristrutturati da Sviluppo Basilicata

Premesso che

  • in data 18 ottobre 2005, il Comune di Matera aveva sottoscritto atto di sub concessione trentennale in uso gratuito a Sviluppo Italia S.p.A. (ora Invitalia) di immobili demaniali siti nei Rioni Sassi descritti nel suddetto atto, per realizzarvi un incubatore di imprese, mediante la ristrutturazione dei predetti immobili del patrimonio pubblico allora inutilizzati;
  • Invitalia aveva realizzato tale Incubatore, ristrutturando ed adeguando alle esigenze della loro nuova destinazione gli immobili indicati nel sopra richiamato atto di sub concessione, utilizzando a tal fine i fondi previsti dalla L.208/98 per circa Euro 1.300.000;
  • Sviluppo Basilicata aveva ripetutamente segnalato, a far data da ottobre 2015, le proprie criticità nella gestione dell’Incubatore, ribadendo la propria intenzione di non proseguire nella conduzione dello stesso, e di rimettere gli immobili nella disponibilità di Invitalia e/o del Comune;
  • con nota del 31 gennaio 2019, prot. 8861, il Comune di Matera, aveva manifestato la volontà dell’Ente di rientrare in possesso delle unità immobiliari di cui trattasi per corrispondere alle preminenti esigenze connesse allo sviluppo economico e sociale da realizzare, nel caso di specie, attraverso la valorizzazione dei beni culturali ed ambientali e la rivitalizzazione dei Rioni Sassi, anche con l’incentivazione delle attività imprenditoriali ed artigianali;
  • con determinazione n. 00975/2019 del 20/03/2019 il Dirigente del Settore Gestione del Territorio del Comune di Matera aveva approvato lo schema di risoluzione consensuale dell’atto di affidamento in sub-concessione degli immobili demaniali facenti parte dell’incubatore;
  • con atto a rogito della Dott.ssa Maria Angela Ettorre, Segretario Generale del Comune di Matera, stipulato in data 28/05/2019, rep. 2764/2019, trascritto presso il Servizio di Pubblicità immobiliare dell’Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale di Matera – Ufficio Provinciale Territorio – al n. di R.G. 4956 e R.P. 541 e 542 del 31/05/2019, vevivano risolti consensualmente i contratti di affidamento in sub-concessione degli immobili facenti parte dell’incubatore di imprese.
  • In data 3 settembre 2019 l’Amministrazione comunale dopo aver preso visione dello stato dei luoghi, prendeva in consegna i predetti immobili;
  • in data 17 ottobre 2019 la Giunta De Ruggeri deliberava gli indirizzi per la redazione del bando aperto alle associazioni di categoria per l’assegnazione dei 15 immobili dell’ex incubatore di Sviluppo Basilicata;

Considerato che

  • sono trascorsi ormai otto mesi da quando la giunta De Ruggeri ha deliberato gli indirizzi per la gestione degli immobili dell’ex incubatore realizzato da Sviluppo Basilicata in via San Nicola del Sole negli Antichi Rioni Sassi e  del bando non si ha alcuna notizia;
  • nonostante le numerose denunce gli immobili continuano ad essere in stato di abbandono e degrado e occupati da vagabondi   e da tossicodipendenti;
  • altri immobili ristrutturati negli ultimi anni attraverso investimenti corposi da parte dell’Amministrazione  e non ancora assegnati attraverso un pubblico bando potrebbero fare la stessa fine (  come ad esempio: il Casino Padula e la ex biblioteca di San Giacomo)

IL SOTTOSCRITTO CONSIGLIERE COMUNALE

INTERROGA

Il Signor Sindaco,

  • Per conoscere i motivi che impediscono ancora oggi la pubblicazione dei bandi per l’assegnazione degli immobili dell’ex incubatore di imprese ristrutturati da Sviluppo Basilicata e restituiti all’Amministrazione lo scorso 3 settembre;
  • Per sapere come intende fronteggiare il recupero immediato degli immobili di via San Nicola del Sole;
  • Per sapere se è intenzione di questa Amministrazione,  salvaguardare gli immobili di proprietà dell’Ente non ancora assegnati attraverso la sorveglianza degli stessi prima che altri immobili di proprietà vengano nuovamente devastati ;

Il Consigliere Comunale

Augusto Toto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *