Matera, oggi l’inaugurazione dell’anno accademico 2018-19 di Archeologia

Oggi pomeriggio, alle ore 16.30, presso l’Aula Magna del Campus dell’Università di Matera, si svolgerà la cerimonia di Inaugurazione dell’Anno Accademico 2018/2019 della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici (SSBA-UNIBAS).
La Lezione Inaugurale, tenuta dal prof. Dimitris Roubis, sarà dedicata alla figura di Eva Palmer (1874 – 1952) che, insieme al poeta greco Anghelos Sikelianòs, ha realizzato in Grecia (area archeologica di Delfi) le “Feste Delfiche” nel 1927 e nel 1930. Si tratta di un evento straordinario che ha avuto un grande impatto nella società di allora, articolato in più manifestazioni culturali e atletiche, compresa la prima rappresentazione di Prometeo Incatenato di Eschilo nel teatro antico di Delfi.
La cerimonia, dopo la consueta rassegna delle attività della Scuola, si concluderà con la performance “Ut pictura poesis. Poesie, arpe e archeologia”, a cura della compagnia teatrale “L’Albero” con letture di poesie dell’attrice Alessandra Maltempo, selezionate da opere di poeti greci del ‘900, in primis Kostantinos Kavafis, legate a temi di ispirazione archeologica e letteraria del mondo ellenico. Le poesie saranno accompagnate dalla musica delle allieve arpiste e della prof.ssa Annunziata Del Popolo del Conservatorio Statale E.R. Duni di Matera. Sullo sfondo, le fotografie di paesaggi e manufatti antichi eseguite nel periodo tra le due guerre mondiali sono scatti di Nelly’s, la fotografa greca d’avanguardia più nota e quotata in Grecia in quel periodo.
La performance musicale si svolge in collaborazione con il Conservatorio E.R. Duni di Matera ed è parte di Universa Musica, rassegna di lezioni spettacolo dell’Università della Basilicata.
Al termine una degustazione di vini con piccolo buffet sarà gentilmente offerta dalla condotta Slow Food Magna Grecia Metapontum, dall’Associazione Cuochi Materani e dal Consorzio Tutela Vini Matera Doc.
Sarà inoltre possibile visitare le mostre allestite negli spazi interni del Campus dal titolo “Il mito scolpito. La mitologia classica nella scultura dell’800” (a cura del prof. Dimitris Roubis e della prof.ssa Mariadelaide Cuozzo), “Oinos. Le strade del vino dall’antichità al Medioevo”, “Profili di Donna” (a cura del prof. Dimitris Roubis) e “Satrianum. Mezzo secolo di ricerche archeologiche” (a cura della prof.ssa Francesca Sogliani).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *