Matera, riaperta la scalinata del boschetto

Riapre oggi l’ingresso principale del boschetto intitolato a Papa Giovanni Paolo II. Lo rende noto il sindaco di Matera, Salvatore Adduce. Dopo circa due anni di lavori e di notevoli difficoltà e sorprese statiche, la scalinata, realizzata nel 1947, è stata consolidata e restaurata nel corpo centrale e aggiornata nelle due rampe di risalita. L’aggiornamento del disegno si è reso necessario per due motivi: primo perché non tutti i pezzi delle vecchie balaustre erano recuperabili; secondo, per allineare, soprattutto su Via Lucana, la scala al nuovo corpo realizzato dalla Soprintendenza ai Beni architettonici e che contiene servizi tecnologici. Questo nuovo manufatto ha modificato, infatti, il rapporto con la stessa scalinata, producendo come conseguenza la necessità di un alleggerimento della scalinata originaria, che oggi appare rinnovata, alleggerita dalla sua monumentalità tardo-classica, e resa sobria ed elegante, pur conservandone intatta la memoria storica.

“Con la riqualificazione di questo ingresso – afferma Adduce – riconsegniamo alla città un ulteriore tassello del grande mosaico costituito dal Parco del Castello che si va man mano completando. Ulteriori interventi previsti riguardano la riqualificazione del muro e della ringhiera di via Gramsci, la dotazione di nuovi giochi per bambini nel boschetto, e poi l’illuminazione completa del Castello e la realizzazione del “ponte levatoio” per connettere le due parti del parco attraversando il vecchio maniero. Va segnalato che dopo circa 50 anni la prestigiosa rivista di architettura Casabella è tornata ad occuparsi di Matera su ben due numeri consecutivi, prima dedicando un servizio alla Casa Cava e ora, nel numero attualmente in edicola, un ulteriore servizio proprio sul parco del Castello della nostra città”. La riqualificazione della scala è stata completata nei tempi contrattuali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *