MaterAzione: “A chi serve l’ascensore di vico Commercio?”

Lo scempio del ponte di vico Commercio, che nei giorni scorsi ha visto una discesa in campo di molte associazioni locali per una raccolta firme, è ormai noto a tutti, mentre è pressoché sconosciuto un altro aspetto dello stesso progetto: la funzione dell’ascensore realizzato accanto al ponte.

Premettiamo che inizialmente lo sventramento-cementificazione dei Sassi, Patrimonio Mondiale dell’Umanità, è stato giustificato dai sostenitori del progetto come necessario per l’abbattimento delle barriere architettoniche che caratterizzano gli antichi rioni materani.

Proprio in merito a quest’ultimo punto, ci permettiamo di avanzare qualche dubbio: siamo sicuri che a valle dell’ascensore non siano presenti ulteriori barriere architettoniche?

Invitiamo a questo proposito i progettisti dell’intervento in oggetto a percorrere gli oltre venti gradini (di altezza variabile tra i 10 e i 15 cm) che separano l’ascensore dalla più vicina strada carrabile (via Fiorentini) per verificare personalmente se quella scalinata possa essere superata o meno con una sedia a rotelle; dopo aver effettuato questo test, invitiamo i suddetti progettisti a rendere edotti i cittadini dei risultati della prova.

Se, come pensiamo, (e come dimostrano le foto che alleghiamo) questa barriera architettonica risulterà insormontabile, potremo porre ufficialmente nelle sedi competenti la domanda: “A chi e a cosa serve questo ascensore e il relativo scempio accessorio?”

MaterAzione, gruppo di azione civica per Matera 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *