Maxi servizio dei carabinieri per il contrasto all’illegalità diffusa. A Matera e in provincia, denunce ed armi ritirate.

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Matera, sul territorio del capoluogo e quello dei comuni di Montescaglioso, Miglionico, Pomarico e Grottole, in attuazione di un servizio a largo raggio disposto dal superiore Comando Provinciale Carabinieri di Matera, anche con l’ausilio dell’elicottero del 6° Nucleo Carabinieri di Bari, hanno effettuato una capillare azione di controllo del territorio. In particolare, al fine di rafforzare l’azione di contrasto all’illegalità diffusa, sia in chiave preventiva che repressiva, è stato predisposto un dispositivo di uomini e mezzi rinforzato che ha visto coinvolti i militari delle Stazioni di Matera, Montescaglioso, Grottole, Pomarico e Miglionico, nonché del Nucleo Operativo e Radiomobile di Matera.

Nello specifico sono stati eseguiti vari posti di controllo sulle principali arterie dei territori interessati, nel corso dei quali si è proceduto a fermare e controllare diverse decine di persone ed autoveicoli, sia per verificare il rispetto delle norme del codice della strada, così da per garantire maggiore sicurezza agli utenti, ma soprattutto per procedere alla ricerca di strumenti per l’effrazione (prevenzione furti), di armi e di droga.

Nel corso delle attività sono state deferite alla Procura della Repubblica di Matera, diretta dal Procuratore dott. Pietro Argentino, due persone, ed in particolare:

  • In Pomarico i Carabinieri della locale Stazione, a seguito di specifico controllo domiciliare a carico di un cittadino del posto, teso al contrasto degli illeciti in materia di armi e munizioni, si è appurato che lo stesso, negligentemente, deteneva le proprie armi, regolarmente denunciate, senza adottare le cautele previste dalla normativa vigente al fine di evitare un agevole impossessamento da parti di altri (come ad esempio famigliari o minorenni). Infatti dopo essere entrati nell’abitazioni, i militari hanno notato che alcuni fucili erano riposti, in armadi, senza essere chiusi a chiave ed in particolare un fucile era adagiato su di un tavolo, unitamente al relativo munizionamento, mentre due pistole erano collocate dentro due comodini, senza essere chiusi.

Nella circostanza, in considerazione degli elementi di reato emersi, i carabinieri hanno proceduto al ritiro cautelativo delle armi e munizioni appartenenti alla persona, un vero e proprio mini arsenale, costituito da tre fucili, due pistole e circa 250 munizioni.

  • A Miglionico i militari della locale Stazione, nel corso di una pattuglia nelle aree sia residenziali che periferiche del comune, sono intervenuti presso l’abitazione di un cittadino che poco prima aveva minacciato il proprio vicino di casa con una pistola (a seguito di accertamenti, risultata essere una pistola a salve, tipo “scaccia cani”). Rapidamente intervenuti sul posto i carabinieri hanno proceduto a raccogliere le prime dichiarazioni delle persone coinvolte (testimoni) e nell’immediatezza hanno effettuato una perquisizione all’interno dell’abitazione dell’autore della minaccia, all’esito della quale hanno rinvenuto la predetta pistola con il relativo munizionamento, il tutto sottoposto a sequestro.

Alla corretta ed efficiente esecuzione del servizio a largo raggio, che ha interessato una fetta consistente del territorio della provincia, ha contribuito in maniera rilevante la presenza dell’aeromobile dei carabinieri che, dall’alto, ha permesso un migliore coordinamento dell’importante dispositivo in atto.

Al termine delle operazioni, in merito all’aspetto della prevenzione e del controllo del territorio, si è proceduto a:

  • controllare ed identificare nr. 50 persone;
  • controllare nr. 40 automezzi;
  • ritirare complessivamente tre fucili e due pistole, nonché circa 250 munizioni
  • elevare diverse contravvenzioni al codice della strada.

Inoltre in Matera, al fine di conseguire un controllo più incisivo della città, con speciale attenzione al centro storico ed al rione sassi, considerata la particolare conformazione urbanistica, è stata impiegata, per i servizi di pattuglia, un’autovettura elettrica, da poco in dotazione alla Stazione di Matera, che anche grazie alle sue dimensioni ridotte, permette di percorrere in maniera più agevole alcune strade. Tale veicolo, oltretutto considerato il suo funzionamento ad energia elettrica, non produce nessun gas di scarico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *