Mediterraneo troppo caldo, a rischio la presenza dei ricci di mare

I Paracentotus lividus, comunemente conosciuti come ricci di mare, si stanno estinguendo. E il motivo va ricercato nella costante acidificazione delle acque del Mediterraneo, acidificazione dovuta ai cambiamenti climatici. A dare l’allarme sono stati gli scienziati dell’Istituto di ricerca oceanografica e limnologica di Israele che, in uno studio pubblicato pochi giorni fa sulla rivista scientifica “Aquaculture”, hanno rivelato che al largo delle coste di Israele e Libano i ricci sono già scomparsi, e che anche nelle acque territoriali della Turchia sta avvenendo lo stesso fenomeno.

“In Israele, cinque decenni or sono se ne contavano 10 esemplari in ogni metro quadrato delle secche marine, ora è invece quasi impossibile trovarli”. Il problema della eventuale estinzione di questa specie riguarda marginalmente gli israeliani e, in misura maggiore gli ebrei ortodossi che non possono cibarsi di queste prelibatezze del mare, perché non rispettano i dettami della tradizione kosher. Anche in Puglia, zona abbastanza ricca di ricci, il problema esiste. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *