Melfi 1983-Sporting Palazzo 1-6

A.S.D. SPORT MELFI 1983: Propato, Grasso, Riondino, Colaku, Finelli, Cassano, Lovecchio, Battilana, Moccia, Maiorino, Zollo

a disp: Autunno, Mossucca, Bitetto all: Venza.

A.S.D. SPORTING PALAZZO: Divincenzo(70 Iannelli), Falcone, Tumulo, Di Candia, Botomei(77 Gatti), Cassatella(64 Manieri) , Vassalli, Digiovinazzo, Scilimato, Fiorella,

a disp: Iannelli, Arcieri, Gatti, Manieri,Di Terlizzi, Palermo, Schiavone all: Schiavone.

A.S.D. SPORT MELFI- A.S.D. SPORTING PALAZZO 1-6 reti: 28(rig) 42 83 Digiovinazzo 33 Fiorella(rig) 52 55 Scilimato 75 Moccia(SM)

Partita a senso unico, come direbbe anche il risultato, ma nonostante lo Sporting provi fin dall’inizio a far sua la partita, occorrerà quasi mezz’ora che la stessa si sblocchi. Ed è grazie all’incursione di Fiorella, che appena entrato in area, viene falciato e l’arbitro decreta il primo penalty della giornata che il cannoniere Digiovinazzo s’incarica di trasformare. Passano pochi minuti, altra incursione in area di Scilimato, e nuovo atterramento e secondo rigore giustamente accordato. Questa volta s’incarica della trasformazione Fiorella. Stessa esecuzione del primo, stessa realizzazione col pallone messo nell’angolo sinistro mentre il portiere è proteso verso destra. A pochi minuti dall’intervallo il numero 9 dello Sporting  realizza la rete del 3-0.

La ripresa, la squadra dello Sporting Palazzo  non paga dal risultato parte subito forte e nel giro di pochi minuti si trova sul 5-0, con una doppietta di Scilimato, che dimostra che la sua voglia di tornare protagonista dopo la squalificata impostagli dal Giudice Sportivo.

Su questo risultato, il mister da spazio anche agli altri e inizia il valzer delle sostituzioni. Inizia col dare minuti di riposo al capitano Cassatella, che al 64° gli subentra Manieri, ovviamente viene accentrato Falcone. Poi decide di far mettere minuti nelle gambe anche al portiere di riserva Iannelli, e infine Gatti subentra ad uno stremato Botomei. Passano alcuni minuti e Iannelli atterra Moccia in piena area e l’arbitro decreta il 3° rigore e infligge  il rosso diretto al portiere. In porta, essendo senza alternative,  passa il centrocampista Dicandia, così Moccia s’incarica di calciare il penalty e realizza. Poi lo Sporting punto nell’orgoglio abbozza una reazione furente che porta al 3° centro per Digiovinazzo che fissa il punteggio sull’1-6 e porta il nostro attaccante a 40 gol in stagione.

L’appuntamento alla prossima partita tra le mura amiche del Peppe Sabino di Palazzo con il  CastelPantano, sperando in un pubblico  numeroso ed entusiasta della squadra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *