Melfi diventa la capitale della falconeria

“Melfi Capitale della Falconeria”: rievocazioni storiche, convegni e mostre sull’arte della Falconeria nel weekend a Melfi per un viaggio nel cuore della storia. E a risuonare sullo sfondo di Piazza Duomo, sabato 28 ottobre alle ore 21, saranno le più belle canzoni del celebre menestrello poeta, Angelo Branduardi.
Per il sindaco Livio Valvano “Melfi è la Città delle Costituzioni di Federico II di Svevia del 1231. Uno dei luoghi prediletti dell’Imperatore non solo per l’attività di governo ma anche per l’arte della falconeria. Da una felice e generosa intuizione di un nostro visionario concittadino, Nino Laviano, da 20 anni la Città di Melfi prova ad essere il luogo di incontro dei falconieri provenienti da tutto il mondo, che avvertono la necessità di ritrovare nell’unicità di questo luogo le radici di una disciplina e di una cultura intrisa di fascino e di magia. Grazie all’opera mirabile di due associazioni – frutto nell’unico seme piantato da Nino Laviano- associazione Falconieri del Melfese “Nino Laviano” e Gruppo Falconieri “De Arte Venandi”, nell’ultimo fine settimana di ottobre la nostra Città accoglierà falconieri provenienti da tutte le Regioni italiane e dall’estero, per rivivere un’esperienza unica intorno alla fortezza militare del Castello, luogo importante per i Normanni e gli Svevi. Vi attende un viaggio nelle nostre radici, dove storia, enogastronomia ed intrattenimento vi trasmetteranno emozioni uniche e imprimeranno il ricordo di un luogo in cui tornare. A nome dell’Amministrazione Comunale e dell’intera comunità di Melfi auguro a quanti giungeranno nella nostra accogliente Città di assaporare l’essenza di un’esperienza autentica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *