Memoria e Identità con Tina Polisciano ospite della rassegna “Alta Marea …Maratea tra Natura e Cultura

La rassegna letteraria Alta Marea 2017, …Maratea tra Natura e Cultura, ideata e realizzata dall’Agenzia Letteraria Delia, in collaborazione con il Comune di Maratea, ispirata al tema “ I luoghi dell’anima”, prosegue la XXII edizione con una serata dedicata alla memoria e l’identità.
Domenica 6 Agosto 2017 (ore 21.00 – Piazza del Gesù – Fiumicello) Maratea vivrà una serata alla scoperta delle tradizioni con Tina Polisciano, autrice del volume “Maratea: detti, proverbi e modi di dire”, Eugenio Ragni, Sandra Puccini, Nicola De Blasi, Michele Saponaro.
Il mio interesse per il lessico, i proverbi, i detti e i modi di dire, e più in generale verso la cultura popolare di questo lembo tirrenico del territorio lucano, era iniziato pressappoco alla fine degli anni Settanta, quando ormai da tempo l’uso dell’italiano era entrato praticamente in tutti i settori della società italiana, erodendo in parte gli idiomi locali preesistenti, resi vulnerabili anche per l’abbandono delle campagne, la migrazione interna e per quella sorta di predilezione a parlare l’italiano inteso anche come elemento di distinzione sociale e rafforzato poi nella scuola quando diviene obbligatoria; e poi influenzato in misura determinante dal diffondersi di radio, cinema, televisione che cambiano anche il modo di pensare e gli stili di vita” scrive Tina Polisciano nell’introduzione al volume “Con questo nuovo libro ho inteso fornire un repertorio che testimoniasse anche un elemento basilare di Maratea, quello linguistico, forzosamente ridotto nel libro precedente, ma qui rappresentato in un’ampia rassegna di modi di dire e detti popolari che in misura ben più significativa rappresentano la sua storia, ne evidenziano l’indole e, spesso, l’arguzia, i sentimenti, i costumi, la religiosità, le superstizioni, gli estri più o meno armonici del carattere: insomma, tutto quello che ne fa un nucleo particolare, parzialmente ancora leggibile nel modo di comunicare e di relazionarsi con un passato che negli ultimi decenni appare seriamente minacciato e che va invece difeso come patrimonio culturale di tutti noi”.
La rassegna prosegue lunedì 7 agosto 2017(ore 21.00 – Piazza del Gesù – Fiumicello) con Marosella Di Francia e Daniela Mastrocinque, autrici di Amiche di penna. Il romanzo epistolare di Anna Karénina ed Emma Bovary (Mondadori) e Antonio Monda autore del volume “L’evidenza delle cose non viste” (Mondadori) che insieme al giornalista Valerio Caprara indagheranno i luoghi del racconto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *