Michele Emiliano e Fronte Democratico (Pd) lanciano alcune proposte in vista della conferenza programmatica del Pd

Tempo pieno nella scuola e scuola dell’obbligo sino a 18 anni. Portabilità dei dati personali: appartengono a ciascuno di noi e non alle multinazionali e ognuno deve poterne disporre come meglio crede.
Si finalmente alla web tax – che era punto fermo della mozione congressuale – e sostegno a Gentiloni quanto dice che se non c’è accordo noi andiamo avanti comunque.
In Costituzione anche i temi della giustizia: una riforma che stabilisca una volta per tutte tempi certi per le sentenze. Serve un nuovo piano assunzionale. E introdurre i LEG livelli minimi di giustizia. Il numero dei poliziotti, dei magistrati per abitante deve rispondere a un principio di equità su tutto il territorio nazionale.
Sono alcune delle proposte lanciate da Michele Emiliano e da Fronte Democratico, emerse al termine della lunga giornata di dibattito “Divenire” che ha visto confrontarsi oggi a Bari, insieme con gli iscritti di Fronte Democratico, centinaia di cittadini intervenuti da tutta Italia.
“Ci prenderanno per matti, ha aggiunto Emiliano, qui stiamo ribaltando il sistema: con la partecipazione dal basso, i militanti partecipano attivamente alla vita di un partito e non si limitano ad essere soggetti passivi. Nella nostra idea di partito non esiste l’oracolo di turno che dice cosa fare. Oggi ci siamo definitivamente resi conto che di oracoli non ci sono più e nessuno può essere migliore di un cervello collettivo, che funziona, discute e crea una comunità intorno a idee e valori condivisi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *