Molfetta, chiesto un anno e 6 mesi di reclusione per l’ex sindaco per il processo sulla costruzione del porto commerciale cittadino

Quattro condanne sono state chieste dall’accusa nel corso del processo presso il Tribunale di Trani per presunti illeciti nella costruzione del porto commerciale di Molfetta, con 29 imputati. Il pm Giovanni Vaira ha chiesto un anno e 6 mesi per l’ex sindaco di Molfetta e già senatore di centrodestra Antonio Azzollini e per l’ex dirigente comunale ai Lavori Pubblici Vincenzo Balducci. 
L’accusa ha richiesto anche condanne pecuniarie per l’azienda appaltatrice, la Cmc di Ravenna, e aggiudicataria in associazione temporanea d’imprese Pietro Cidonio. Le richieste di condanna, per effetto dell’intervento di numerose prescrizioni, sono state ridotte. Gli inquirenti hanno chiesto anche l’assoluzione per l’ipotesi di associazione a delinquere. 
Azzollini e Balducci sono accusati di falso: per gli investigatori, i lavori sarebbero dovuti essere realizzati dopo aver completato la bonifica nell’area, rimuovendo gli ordigni bellici. La circostanza, per gli inquirenti, non avvenne. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *