Montalbano, l’opposizione sorteggia in piazza gli scrutatori

“Gesto semplice per dare un piccolo e tangibile segnale a favore di chi ne avesse più bisogno”. Così l’opposizione formata da Pd, Sel e consiglieri indipendenti del Comune di Montalbano Jonico si è espressa in merito alla scelta dei candidati scrutatori da incaricare per le prossime elezioni europee. La decisione di ricorrere al sorteggio, già preannunciata dal Pd e da Sel lo scorso settembre in occasione delle ultime elezioni regionali, non fu allora resa praticabile. Dalle parole ai fatti, dunque: il vero e proprio sorteggio si è svolto in piazza martedì 29 aprile. Erano tutti presenti: il segretario del Pd, Gianni Santoiemma, il segretario di Sel, Enzo Rago, i consiglieri del Pd, Piero Marrese e Ines Nesi, quelli di Sel, Giuseppe Di Sanzo e Vincenzo Amendola, e i consiglieri indipendenti Maurizio Castellucci di “Direzione Montalbano” e Franco Gioia. All’iniziativa hanno potuto partecipare i cittadini disoccupati che non avessero svolto l’incarico di scrutatore a partire dal 2006. Il numero cospicuo di domande giunte alla casella di posta elettronica creata per l’occasione testimonia la buona riuscita dell’iniziativa. Sono stati sorteggiati dodici scrutatori effettivi e 18 supplenti. I nominativi sono stati presentati nell’apposita commissione consiliare elettorale per i successivi adempimenti amministrativi. E’ questo è solo l’inizio poiché è chiaro ed evidente che indietro da qui non si torna. Pubblico sorteggio non come iniziativa sporadica, ma come unico strumento per designare gli scrutatori in tutte le future elezioni. Nel sottolineare in modo contenuto la soddisfazione per quanto fatto, l’opposizione tiene a precisare come ci sia sempre più una cattiva amministrazione della maggioranza dato che quest’ultima non ha aderito alla proposta di sorteggio e nonostante il signor sindaco De Vincenzis inviti loro a giorni alterni alla collaborazione e a formulare proposte concrete. Inevitabile rimarcare come anche questa volta clientelismo e favoritismo sono stati i due capisaldi che da sempre caratterizzano l’operato dell’attuale amministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *