Montescaglioso: Un’eredità fatta di debiti per il Sindaco Silvaggi

Cartelle pazze, debiti fuori controllo ed entrate fittizie. Questa in buona sostanza è la situazione che il Sindaco di Montescaglioso ha trovato sul suo tavolo e che deve gestire, sebbene il suo mandato sia appena all’inizio. Un battesimo di fuoco, per la giunta, che a sette mesi dall’inzio del mandato, deve fare i conti con casse vuote, le anticipazioni della tesoreria e i relativi interessi passivi, interessi totali per oltre 3milioni di euro. A preoccupare inoltre sono i tanti lavori assegnati “in somma urgenza” e non pagati, oggi oggetto di azioni legali per il recupero delle spettanze. Ma un’analisi più dettagliata di questi costi, che il sindaco ha affidato ad un’pposita commissione, ha svegliato il sospetto che tali lavori per gli importi richiesti siano stati veri e propri appalti di lavori e non sistemazioni per la messa in sicurezza. Oltre ad affrontare i decreti ingiuntivi, il Sindaco con il Capogruppo consiliare Avv. Antonio Lorusso, che ha la delega delle finanze, avvieranno anche una contrattazione per chiudere i debiti esistenzi, rinegoziando le somme e spalmando nel tempo tutta la situazione debitoria. Un percorso virtuoso testato con il debito vantato dal decreto ingiuntivo da 116mila  avanzato dalla questione del depuratore e chiuso poi a 50mila euro. Altro dato preoccupante cessione da parte del Governo Venezia alla Soget della riscossione dei tributi, ed in questi giorni i montesi stanno ricevendo le cartelle esattoriali, ma che già hanno bollato come pazze. Anche in questo caso il precedente governo ha anticipato le somme, ma non avendo gli uffici comunali di competenza avviato una precisa indagine e non avendo passato tali dati per la riscossione non si capisce su che basi siano state anticipate delle somme. E quindi il Sindaco Silvaggi parla di entrate fittizie. Ad esempio in bilancio la precedente giunta aveva portato 85mila euro per la riscossione delle autorizzazione al passo carraio. In effetti nelle casse del comune sono entrati appena 31 mila euro. La nuova giunta quindi si chiede dove hanno preso il dato messo a bilancio e poi ovviamente speso. Queste ed altre valutazioni saranno oggetto dell’incontro che il prossimo 4 gennaio nella Sala Capitolo si terrà tra la giunta e la popolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *