“Mozart Folk”: Gilles Apap contamina Mozart con la musica folk

E’ stato cliccato per oltre un milione di volte su internet, diventando così popolare in tutto il mondo che “The Strad”, la più importante rivista inglese dedicata al violino, gli ha dedicato un copertina. È Gilles Apap, la star di “Mozart Folk”, il prossimo concerto della XIX Stagione Concertistica “Eventi musicali” dell’Orchestra ICO della Magna Grecia.

L’appuntamento con “il più singolare violinista del 20° secolo”, così è stato definito Gilles Apap, è per mercoledì 26 gennaio al Teatro Orfeo (sipario ore 21.00), quando suonerà con l’Orchestra della Magna Grecia diretta da Maurizio Lomartire.

Perché “Il più singolare violinista del mondo”? Gilles Apap, artista istrionico dotato di una solida formazione classica e di una tecnica sopraffina, è diventato famoso in tutto il mondo non solo per la sua interpretazione virtuosistica del tradizionale repertorio della musica classica, ma anche per il suo grande interesse verso tutti i tipi di musica “popolare” come il bluegrass americano, la musica Gypsy dell’Europa dell’est, la musica tradizionale irlandese e indiana, che suona con la stessa “devozione” con cui esegue Bach o Mozart.

Famoso in America e in Germania, da poco più di un anno Gilles Apap ha acquisito una vasta celebrità grazie ad internet: un suo video, pubblicato clandestinamente, in cui suona la sua particolarissima cadenza del Concerto N. 3 Kv. 216 in Sol maggiore di Mozart caratterizzata da “contaminazioni” di musica indiana e irlandese, è stato oggetto di un fittissimo passaparola che lo ha portato in poche settimane a superare il milione di collegamenti.

Anche a Taranto Gilles Apap, che ha inciso tre CD per la Sony Classical per poi fondare una propria etichetta discografica, darà vita ad un concerto “anticonvenzionale” che sconfinerà dal campo della musica colta verso altri territori, dalla musica popolare a quella etnica e folk, con esiti ricchi di fascino e suggestione.

Il programma del concerto di Taranto si apre con il Concerto per violino e orchestra N. 3 Kv. 216 in Sol maggiore di Wolfgang Amadeus Mozart, uno dei cinque concerti scritti dal compositore salisburghese per questo strumento; in questo concerto, ispirato ancora allo spirito galante, Mozart alterna momenti di scrittura “intima”, con passaggi di grande commozione, a esaltanti parti virtuosistiche riservate al violino solista che Gilles Apap sicuramente suonerà introducendo digressioni nella musica popolare.

La seconda parte del concerto sarà invece dedicata a brani di musica folk che attingeranno al patrimonio musicale di diversi popoli, la grande passione di Gilles Apap: da quella della musica “bluegrass” americana alla gitana “Romani”, tipica di paesi europei come la Transilvania.

Informazioni e biglietti: Orchestra Magna Grecia, via Tirrenia n.4, Taranto (Tel. 099 7304422 – 7328884) e Basile Strumenti Musicali, via Matteotti n.14, Taranto (Tel. 099 4526853).

L’Orchestra della Magna Grecia è sostenuta dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali, dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Taranto, dal Comune di Taranto e dalla Camera di Commercio di Taranto; il suo partner culturale per la Stagione 2010-2011 è la Banca Carime, ed è sostenuta dalla Shell Italia E&P S.p.A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *