Nelson Mandela.Una vita per la libertà contro l’apartheid

nelson mandelaLo scorso 5 dicembre è morto alla età di 95 anni uno dei grandi della storia, Nelson Mandela, per i sudafricani Madiba o Tata Madiba, l’uomo che ha portato il Sudafrica fuori dall’ultima grande esperienza di discriminazione e segregazione razziale, perpetrata dai bianchi sudafricani in nettissima minoranza a danno della stragrande maggioranza dei cittadini di pelle nera, privati di ogni diritto;

(Nel 1962 viene arrestato , rimane in carcere sino al 1990 quando viene liberato dal nuovo presidente sudafricano Frederick de Klerk, ultimo presidente bianco premio nobel per la pace nel 1993 insieme allo stesso Mandela; nel 1994, nelle prime elezioni a voto libero anche per i neri, Mandela stravince e diventa presidente del Sudafrica. Mandela persegue una decisa politica di conciliazione nazionale nel convincimento che i neri dovessero perdonare i bianchi per quello che avevano fatto. Dopo la fine del suo mandato nel 1999, esce dalla scena politica e si dedica ad un’intensa attività benefica e filantropica a favore dei più deboli)

Per difendere gli ideali di eguaglianza, di giustizia e di libertà ha patito il carcere per lunghissimi anni, dalla sofferenza non si è fatto piegare, non le ha prestato il fianco e mettendo da parte risentimento e rancore è andato avanti verso l’affermazione degli ideali per i quali si è speso. Una figura davvero eccezionale di combattente e di rivoluzionario, una vita spesa contro le ingiustizie e le disuguaglianze , un esempio per i capi di governo di altre nazioni ed in particolare del continente africano;

Una persona da cui trarre ispirazione che sicuramente sarà ricordato da intere generazioni come un convinto sostenitore della democrazia, del pluralismo e dei diritti di libertà.

In questo senso il Consiglio Provinciale di Matera vuole ricordare la memoria di Nelson Mandela.

I CONSIGLIERI PROVINCIALI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *