“Non si vede bene che col cuore”, contest fotografico per il Calendario sentimentale delle bellezze tarantine 2020

Da diversi mesi le attività di Giustizia per Taranto, accanto agli aspetti ambientali, si sono orientate a favorire fiducia nel cambiamento. Nonostante il momento resti delicato per le vicende legate alle grandi industrie, continuiamo infatti a credere nella riconversione economica, sociale, etica ed ecologica del territorio ed è proprio per rafforzarne le possibilità di emancipazione, che vogliamo dare risalto alle sue possibilità alternative. Lo facciamo oggi con la chiamata ad un contest fotografico in grado di stimolare alla conoscenza delle bellezze nostrane, con un occhio particolare alla riscoperta di Taranto come terra unica e straordinaria. Spesso infatti attraversiamo la nostra città percependo solo una piccola parte della bellezza di cui è portatrice, poiché essa è apparentemente invisibile. Scoprirla significa riuscire a sentirsi partecipi di un’identità positiva, la cui struttura è costituita da un potente strumento di uguaglianza: il patrimonio artistico, culturale, monumentale e paesaggistico. Di fronte ad esso, non esiste bruttura del presente, disuguaglianza, ingiustizia che non possa essere attenuata, non esistono futuri impossibili. Giustizia per Taranto propone questo contest fotografico che ha per oggetto le bellezze dimenticate, inaspettate, sorprendenti ed invisibili della città. A selezionare gli elaborati sarà una giuria di esperti di fotografia e professionisti dei settori dei beni culturali, naturalistici ed artistici. Gli scatti selezionati andranno a comporre il “Calendario sentimentale delle bellezze tarantine 2020”, che vuole essere un ulteriore e nuovo strumento di visione per un’altra Taranto possibile. 

Trecentosessantacinque giorni di Futuro, con i piedi ben saldi nel presente e nelle sue risorse, e il cuore tutto teso a nuovi orizzonti e brezze leggere.

Il contest si chiuderà il 30 settembre prossimo, info e termini nella sezione “progetti” del sito www.giustiziapertaranto.org.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *