Nota dell’Ugl su inchiesta sanità lucana

“Si ritorna a parlare negativamente e a livello nazionale della Basilicata. Questa volta dell’esecuzione da parte della Guardia di Finanza di Matera di misure cautelari a carico di trenta indagati. L’Ugl esprime piena solidarietà e fiducia nel lavoro della Magistratura, nella consapevolezza che si faccia quanto prima piena luce su tale triste vicenda che colpisce tutti i lucani”. E’ il commento del segretario generale dell’Ugl Matera, Pino Giordano, del segretario regionale Ugl Medici Basilicata, Angelo Fracchiolla e del segretario provinciale dell’Ugl Sanità Matera, Gianni Sciannarella.
Per i sindacalisti, “l’Ugl invita gli inquirenti a svolgere con tranquillità e professionalità il loro lavoro indagando fino a individuare i colpevoli che hanno determinato un malessere generale nel sistema sanità Basilicata: non dimentichiamo, che nel nostro territorio esistono eccellenze che ci vengono invidiati a livello nazionale per le loro alte capacità professionali. I lucani, gente onesta e per bene, ora vogliono verità su tutto, capire cosa e chi eventualmente ha sbagliato ricordando che la nostra O.S. con numerose missive pubbliche e attenzionate a tutti i vertici regionali e aziendali, ha sempre messo in risalto problematiche che sembravano non del tutto regolari e si chiedeva incessantemente un confronto per la trasparenza dell’amministrazione pubblica e a tutela della salute dei cittadini”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *