Nuovi orari estivi del Frecciarossa Foggia-Roma. Il treno diretto è stato cancellato

“Le anticipazioni circa il nuovo orario estivo di Trenitalia ci restituiscono l’urgenza di recuperare per la provincia di Foggia un’agenda condivisa e reale, sul piano politico ed istituzionale, rispetto al grande tema della mobilità. Gli entusiasmi di chi, in assenza di qualunque riscontro ufficiale, aveva celebrato a mezzo stampa vittorie personali senza neppure attendere l’inizio della partita sono stati smentiti dalla realtà delle cose, con la certificazione del fatto che la città di Foggia non beneficerà di alcuna corsa aggiuntiva verso Roma. La corsa verso la Capitale in partenza da Foggia alle 5.22 non ci sarà. Al contrario, ce ne sarà una con partenza da Benevento, mentre sarà attivata una nuova corsa da Bari verso Roma, anche se resta da comprendere la sua natura, dal momento che Trenitalia non ha ancora chiarito formalmente se si tratterà di un collegamento diretto o se, al contrario, saranno previste fermate intermedie”. Un commento chiaro, duro, quello del sindaco foggiano Franco Landella, circa la vicenda del nuovo treno diretto a Roma, ma che non partirà da Foggia, come ventilato nei giorni scorsi.
“In caso di un collegamento Bari-Roma senza fermata a Foggia, sarebbe chiara la penalizzazione subita sia dalla nostra città sia da tutta la Capitanata, e di un accoglimento delle istanze del sindaco di Bari, Antonio Decaro. Circostanza di fronte alla quale, sono certo, il territorio saprà mobilitarsi, dimostrando la sua ferma e decisa opposizione nei confronti della decisione Trenitalia. Si tratta di un iter che ha dimostrato, ancora una volta, la completa assenza di una visione di sistema per la mobilità pugliese e la presenza di troppi interessi dichiaratamente ostili alla provincia di Foggia”. La sola ipotesi di una nuova corsa Foggia-Roma, per la cronaca, ha scatenato la rabbia dei rappresentanti istituzionali di altri territori della Puglia, come il parlamentare Rocco Palese. E ha messo in luce come la contrapposizione tra territori sia pratica paradossalmente controproducente, dato che Lecce è rimasta fuori da un potenziamento dei suoi collegamenti. Così come l’assenza di una fermata intermedia a Foggia sul Bari-Roma danneggerebbe, e non poco, i cittadini della BAT, costretti a subire un notevole disagio in termini di spostamenti”.
Landella, tuttavia, resta convinto della possibilità che sia Foggia la stazione di partenza della corsa Benevento-Roma. “Ovviamente attraverso una rimodulazione dell’orario. – ha continuato – Un’ipotesi aggiuntiva che considero ancora praticabile, tanto più se fossero confermate le indiscrezioni secondo cui la stazione di Benevento dovrebbe comunque essere logisticamente sostenuta da quella di Foggia. È una prospettiva che il territorio a mio avviso può e deve rivendicare in modo unitario. Il che non toglie che c’è assoluto bisogno di un cambio di passo nell’approccio al tema della mobilità. Occorre una visione di sistema, coordinata, che abbia come orizzonte non il soddisfacimento di questo o quel campanilismo ma, viceversa, la crescita complessiva della Puglia nella sua interezza. Qualora la corsa Bari-Roma non dovesse prevedere nessuna fermata a Foggia, annuncio sin d’ora che sarò vigile affinché la Regione Puglia mantenga una posizione terza, evitando qualunque tipo di sostegno economico – diretto, indiretto o frutto di logiche di sponsorizzazione o pubblicitarie – al collegamento tra il capoluogo pugliese e la Capitale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *