Otto guariti negli ultimi dieci giorni a Matera, il Sindaco avverte: non mollare e preparare la fase due con campagna di tamponi per le categorie più esposte

Dichiarazione del Sindaco Raffaello de Ruggieri:

“Nessun nuovo contagio e otto persone in isolamento domiciliare guarite negli ultimi dieci giorni. Le misure di prevenzione e di contenimento della diffusione del COVID-19 iniziano a dare i primi frutti ma non bisogna pensare di aver già vinto la battaglia. Il coronavirus non è stato sconfitto, è in agguato e, se non si continuano a rispettare le regole di comportamento fin qui attuate, c’è il rischio di vanificare i sacrifici finora effettuati. Bisogna tener duro ancora per un po’, prima di poter immaginare l’inizio di una graduale ripresa delle attività economiche.

La cosiddetta fase 2 non può essere avviata senza che siano state prese le misure necessarie per evitare una nuova impennata dei contagi. Per questo motivo, ho chiesto con una lettera indirizzata al direttore generale dell’Asm, Gaetano Annese, di estendere le attività di prevenzione già previste, attraverso l’esecuzione di tamponi laringo-faringei alle categorie più esposte al contagio. Oltre agli operatori sanitari, alle forze dell’ordine, ai farmacisti sarebbe indispensabile effettuare screening diagnostici anche al personale addetto alle vendite nei supermercati, alla Polizia Locale, ai volontari impegnati sul territorio nelle attività di supporto alla popolazione ed al personale comunale addetto ai servizi essenziali. Si tratta di verifiche auspicabili in attesa della definizione di altri interventi su campioni di popolazione più numerosi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *