Palio di Sasso, vince il rione Castello

Rione Castello si riconferma vincitore del Palio di Sasso. Anche nel secondo appuntamento di quest’anno, il Palio del Faggio, che si è tenuto ieri a Sasso di Castalda (PZ), la squadra dalla casacca arancio si è aggiudicata la vittoria. Gli spettatori hanno gremito gli spalti dell’anfiteatro della Piazza del Palio assistendo alle sfide di giochi tradizionali a cui sono state chiamate le 4 squadre dei Rioni di Sasso: Castello, Fosso, Piazza, San Rocco. Fortuna e abilità sono stati gli ingredienti della gara, fino all’ultimo contesa in un testa a testa nelle caselle finali tra i Rioni Fosso e Piazza che si sono poi visti sorpassare da Castello, grazie a un lancio fortunato di dadi.

Avvincenti le sfide dei giochi tradizionali, che si disputano quando il punteggio dei dadi fa capitare le “Tavole degli Accidenti” o quando due squadre si trovano sulla stessa casella. In tutto sono dodici, ma la sorte ha voluto che se ne giocassero di meno: la corsa con i trampoli, il lancio delle uova, il tiro alla fune e la padella, la gara più “gustosa”, dal momento che i concorrenti, senza l’aiuto delle mani, devono leccare una padella appesa a una corda, cosparsa all’interno di cioccolata dov’è “nascosta” una medaglietta da estrarre. Stesso gioco, stesse regole, stesso divertimento nel pomeriggio per la seconda giornata del Palio, con protagonisti i bambini di 4 paesi lucani: Sasso di Castalda, San Severino Lucano, Senise e Castelsaraceno. L’inizio alle per le ore 18, con la partenza del corteo storico che ha attraversato le caratteristiche vie di Sasso, con tutte le squadre nella Piazza del Palio, dove alle 19 sono iniziati i giochi. I comuni che partecipano al Palio di Sassolino sono ogni volta diversi e nell’appuntamento di giugno del Palio della Ginestra il gioco è stato vinto dal comune di Gallicchio.

L’Associazione “Il Quadrante”, che organizza il Palio di Sasso, fa sapere che il programma della serata proseguirà con i sapori del “suino nero lucano” presso la “Taverna del Palio”, con il Palo della Cuccagna, con gli artisti di strada e con l’intrattenimento musicale. Nella “Bottega di Sassolino”, infine, saranno in vendita i gadget della manifestazione: magliette, cappellini, medagliette, litografie e il gioco da tavolo che riproduce fedelmente il Palio di Sasso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *