Patenti facili, 83 denunce a Bari

La Polizia stradale di Bari ha individuato un sodalizio criminoso che consentiva ai suoi clienti di ottenere la patente di guida in maniera veloce e fraudolenta. L’organizzazione criminale era gestita da uno dei luogotenenti di Savinuccio Parisi; in tutto sono ben 75 gli esami che si sarebbero svolti in maniera irregolare, 70 le patenti (A,B e Cqc) sequestrate, 83 persone indagate, di cui 9 per associazione a delinquere finalizzata al conseguimento di titoli abilitativi alla guida di veicoli con metodi fraudolenti, 2 le autoscuole coinvolte, una a Bari e una ad Altamura.
Il giro d’affari era di 250mila euro, e per ogni patente ottenuta la cifra variava da un minimo di 2500 euro ad un massimo di 3500 euro, in base alla tipologia di veicoli;le più costose erano quelle per il trasporto professionale merci su gomma.
Gli aspiranti candidati erano per lo più giovanissimi. Il dirigente della Polizia Stradale, Corrado Nappi, e il dirigente della sezione di Polizia Giudiziaria, Lorenzo Tedeschi, hanno aggiunto che i genitori stessi aiutavano i loro figli nel pagamento delle spese per il consegiumento della patente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *