Piantiamo la scuola??

A due giorni dalla prima seduta del Consiglio Comunale Baby, la prima delibera della giunta del Sindaco Giorgia La Cavalla, assessori e consiglieri, tutti da subito operativi ed attualissimi più che mai con la Giornata dell’ambiente, ha realizzato il progetto “Piantiamo la scuola” promosso dall’Assessore all’Ambiente Nichole Natale. Nelle scuole medie inferiori “Ferrara” e “Berardi”, nella primaria “Marottoli”, nella scuola dell’infanzia Ciuchiari sono stati piantati alberi di leccio ai quali si è apposta una piastrina recante tutti i riferimenti dell’iniziativa, a futura memoria e con la finalità di mantenere viva l’attenzione e la tutela dell’ambiente, spesso troppo sciupato o trascurato.

Il leccio è una quercia sempreverde ed estremamente longeva, molto decorativa, usata per alberare strade e parchi. Viene da sempre utilizzato per costruire attrezzi, pezzi di carri agricoli e quanto altro ancora da sottoporre a grandi utilizzi e resistente nel tempo. Presenti all’iniziativa, studenti ed alunni delle scuole promotrici con le insegnanti referenti del progetto: Lorena CARBONE della scuola “Marottoli” capofila dell’iniziativa, Rosa Savino, Elisabetta Russo, Giuseppina Vita, Pina Gentile e Carmela Giacomino. Accanto alla giunta junior, a rappresentare l’Amministrazione comunale (senior), l’Assessore all’Istruzione, Rosa MASI, che nota come i ragazzi abbiano un’attenzione particolare per tutto quanto li circonda e per l’ambiente in particolare, interessandosi alle questioni con curiosità, semplicità e sollecitudine. “La Scuola è luogo di formazione, dove si trasmettono nozioni ed esperienze, educare anche alla cura per la natura, per la condivisione di un mondo che ci ospita, che non abbiamo creato noi e resterà proprio ai nostri ragazzi, è un’opportunità di crescita per Melfi. L’Amministrazione comunale cittadina intende mantenere evergreen questa possibilità, grazie al rinnovato impegno con le Scuole e con il progetto Consiglio Comunale dei Ragazzi, nell’ambito del Piano di Diritto allo Studio 2011/12 nell’Offerta Formativa in Rete”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *