Pisticci, cresce la preoccupazione per la questione Teknoservice

Siamo in piena stagione estiva e manifestiamo la nostra preoccupazione relativamente alle attività di Teknoservice sul nostro territorio. Nonostante le rassicurazioni da parte della ditta relative all’attuazione del piano mare, che prevede la raccolta dei rifiuti differenziati tutti i giorni su tutti i lidi presenti sulle nostre spiagge, continuano a giungerci segnalazioni di mancati ritiri e inadempimenti da parte della ditta. Inoltre, nonostante Teknoservice avesse assicurato il ritiro dei rifiuti dai contenitori posti sulla spiaggia pubblica, durante i week-end di luglio nessun operatore ha ottemperato agli impegni presi entro gli orari di fruizione dei bagnanti, con un grave danno d’immagine per il nostro territorio, visti i tanti turisti e avventori presenti sul litorale pisticcese. Oggi la situazione in zona mare è sotto controllo non certo per le attività dell’azienda, ma per il meteo poco clemente con i frequentatori della spiaggia, meno numerosi rispetto ai week-end precedenti.
La preoccupazione diventa ancora più fondata, in quanto, anche nei centri abitati e nelle zone rurali, si registrano gravi inefficienze e mancato rispetto del calendario, sia per le utenze domestiche che per quelle commerciali. Fa specie che, non appena si notino dei segnali di ripresa relativi ad alcuni punti contrattuali, quasi immediatamente ci sono delle cadute di attenzione ed inadempienze su altri punti.
Il Comune di Pisticci, peraltro, per quanto riguarda alcuni lavori, sta continuando a sopperire con proprie risorse, al fine di evitare che i disservizi gravino ancor più sulla cittadinanza. Purtroppo, quando nel 2015 è stato stipulato il contratto con Teknoservice, contestualmente sono stati ceduti i mezzi comunali in comodato d’ uso gratuito ed è stata smantellata la squadra degli operatori ecologici comunali. Pertanto siamo costretti ad insistere affinchè il lavoro previsto da contratto venga adempiuto a regola d’arte dalla ditta, ma, nonostante i nostri sforzi, puntualmente registriamo mancanza di affidabilità da parte del gestore.
In questo primo anno di Amministrazione, numerosi e ripetuti sono stati gli incontri con i vertici della Teknoservice e tanti sono stati i suggerimenti per cercare di dare una soluzione definitiva a quei comportamenti inadeguati dei cittadini, spesso legati a disservizi dell’azienda. Tra questi suggerimenti, abbiamo più volte invitato la ditta a pensare ad un piano territoriale di installazione di isole ecologiche presidiate e videosorvegliate, senza alcun reale riscontro da parte di Teknoservice che, invece, prosegue la sua attività non curandosi delle problematiche già evidenziate da questa Amministrazione. Di concerto alle proposte fatte alla ditta, è doveroso ricordare ai cittadini che già a febbraio abbiamo avviato i lavori per redigere un Piano Mare che fosse in grado di soddisfare le reali esigenze delle attività commerciali e dei villaggi turistici sul litorale, in previsione della notevole presenza di turisti e villeggianti che si aggira intorno a qualche migliaio di unità giornaliere nei mesi estivi. L’installazione delle isole ecologiche, infatti, permetterebbe ai cittadini di poter conferire i rifiuti differenziati secondo le proprie esigenze e questo comporterebbe un minore aggravio sugli operai della ditta, spesso costretti a sopportare orari e carichi di lavoro anormali.
Relativamente alla lotta all’evasione della TARI, l’incessante lavoro dell’Amministrazione, di concerto con l’Ufficio Tributi e con il Comando di Polizia Locale, ha determinato un incremento degli iscritti al ruolo per i primi sei mesi del 2017 che è pari a 210 nuove utenze. Nel 2016 il numero delle utenze TARI iscritte a ruolo è pari ad un aumento del 5% in più rispetto al 2015, mentre, per la prima metà del 2017, siamo sul 7% in più, segnale che le azioni intraprese da questa Amministrazione stanno sortendo i risultati sperati per la collettività con una progressiva riduzione degli evasori. Già dall’agosto del 2016 l’Amministrazione si è impegnata alacremente per contrastare questo fenomeno invitando i cittadini inadempienti a procedere all’iscrizione al ruolo, procedendo successivamente a perseguire quei cittadini che, invece, persistono nell’evadere la tassa e nell’abbandonare ovunque i rifiuti prodotti.
E’ stata avviata un’intensa attività di controllo sulle utenze, cominciando dai villaggi turistici e, grazie al lavoro sinergico tra il personale dell’Ufficio Tributi ed alcuni consiglieri comunali, particolarmente Maurizio Baratella e Antonio Gatto, sono stati effettuati riscontri che hanno evidenziato un’elevata percentuale di evasione; proprio in questi giorni sono partiti i primi accertamenti.
Eloquenti, infine, sono le immagini dei nostri concittadini, ripresi da telecamere nascoste fatte installare dal Comune di Pisticci proprio per individuare quei soggetti che, quotidianamente, deturpano il nostro territorio. Come evidenziato, gli sforzi dell’Amministrazione sono ingenti e costante è la sua attenzione verso il tema rifiuti: purtroppo questi sforzi vengono puntualmente vanificati da una cronica disorganizzazione di Teknoservice: pertanto, pur continuando a vigilare sul rispetto del contratto, l’Amministrazione Comunale inizierà a vagliare strade alternative legate alla gestione dei rifiuti sul nostro territorio, vista la situazione inaccettabile venutasi a creare in queste ultime settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *