Pisticci, si dimette l’assessore Capistrano

A quasi un anno dal suo insediamento la nuova giunta comunale perde un pezzo. Con una lettera inviata al sindaco di Pisticci, Antonio Lucio Capistrano ha comunicato le sue irrevocabili dimissioni dalla carica di assessore. Alla base dell’inattesa decisione motivazioni di esclusivo carattere personale. Di qui la restituzione della delega con i dovuti ringraziamenti per la fiducia dimostrata nella concessione dell’importante incarico. Capistrano ha inoltre espresso i suoi ringraziamenti più sinceri al capogruppo dei Popolari Uniti Vito Pelazza, agli assessori e consiglieri comunali con cui ha sempre mantenuto rapporti di collaborazione e confronto, augurandosi che tutta l’amministrazione comunale di Pisticci sia sempre più in grado di costruire un percorso che possa aiutare la città a crescere ed a progredire. Alle dimissioni di Capistrano ha fatto subito seguito un comunicato stampa di Pelazza. “Gli accordi elettorali del 2011 stipulati con Forum Democratico e UDC -si legge nella nota- prevedevano il riconoscimento di un assessorato al Gruppo dei Popolari Uniti. Nonostante l’impegno profuso dall’assessore nella gestione del mandato, dopo quasi un anno di legislatura, sopravvenute esigente personali e professionali hanno reso inconciliabile la conduzione del mandato assessorile da parte di Capistrano. I Popolari Uniti di Pisticci, nel ringraziare l’amico Antonio Capistrano per l’impegno profuso e nel ribadire allo stesso la stima e la fiducia sempre accordatagli, ritengono che, indipendentemente dall’azione politica, non si può prescindere dal rispetto di una scelta ed una richiesta personale che nulla ha a che fare con la gestione della cosa pubblica nella nostra comunità. Siamo sicuri, d’altronde, che Capistrano, da persona umile, leale e concreta continuerà, anche svolgendo mansioni politiche differenti, a rendersi sempre disponibile e spendersi per la comunità pisticcese. Dal punto di vista politico, invece, le dimissioni di Capistrano, già precedentemente concordate con il Capogruppo dei Popolari Uniti, non vanno interpretate in alcun modo se non nel rispetto del sacrosanto mandato elettorale ricevuto dal voto popolare. Continueremo ad onorare in maniera leale i pregressi patti elettorali concordati con il sindaco e gli alleati di maggioranza. Per questo, onde evitare fraintendimenti, le dimissioni del dott. Capistrano non sono in nessun modo da interpretare come una crisi nei rapporti con gli alleati politici o con il sindaco Di Trani, ma vanno giustamente ritenute come il rispetto di una richiesta personale avanzata da un nostro rappresentante politico e dunque come un semplice e concordato passaggio di staffetta nel gruppo.” I Popolari Uniti si riservano di fornire al più presto al sindaco e alla maggioranza il nominativo della persona indicata dal partito e che, in osservanza dei patti elettorali, dovrà, legittimato dalla fiducia, sostituire Capistrano nella conduzione dell’assessorato.

Giuseppe Coniglio

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *